Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2013 December;68(6) > Minerva Chirurgica 2013 December;68(6):543-50

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2013 December;68(6):543-50

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

PPH versus THD: due tecniche a confronto per il trattamento delle emorroidi di grado III e IV. Esperienza personale

Verre L., Rossi R., Gaggelli I., Di Bella C., Tirone A., Piccolomini A.

Unit of General Surgery 2, Policlinico Le Scotte, Siena, Italy


PDF  


Obiettivo. Scopo di questo lavoro è stato valutare, mediante studio prospettico randomizzato, l’outcome e le complicanze, sia immediate che tardive, dei due tipi di interventi chirurgici attualmente più utilizzati per la patologia emorroidaria di III e IV grado.
Metodi. Un totale di 122 pazienti con emorroidi di III e IV grado sono stati candidati ad intervento chirurgico e sottoposti, in maniera random, ad intervento di PPH o di THD, valutando le complicanze postoperatorie immediate più frequenti. I pazienti sono stati seguiti successivamente in follow-up ad 1 mese e 3 mesi dall’intervento. I parametri considerati sono stati: emorragia, dolore a riposo e dopo evacuazione, soiling, stipsi e tenesmo.
Risultati. Cinque pazienti del gruppo PPH (7,9%) hanno presentato un sanguinamento postoperatorio importante, mentre nessun episodio nel gruppo THD (P=ns). Il VAS score è stato percentualmente più basso per il gruppo THD rispetto al gruppo PPH, anche se la differenza non è stata statisticamente significativa. Infine i valori delle variabili osservate durante il follow-up si sono rivelate percentualmente più basse per il gruppo THD rispetto al gruppo PPH.
Conclusioni. Nel trattamento delle emorroidi di III e IV grado la PPH e la THD sono due interventi che presentano basse complicanze perioperatorie e buoni risultati a breve termine. Tuttavia, la nostra esperienza dimostra che dopo intervento di THD si hanno migliori risultati in termine di dolore e complicanze postoperatorie immediate; tale intervento è meno invasivo e più adattabile alle esigenze di day surgery.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

luigi.verre@libero.it