Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2013 Aprile;68(2) > Minerva Chirurgica 2013 Aprile;68(2):191-7

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4733

Online ISSN 1827-1626

 

Minerva Chirurgica 2013 Aprile;68(2):191-7

 ARTICOLI ORIGINALI

Associazione tra aspirazione con ago sottile e istopatologia finale: una serie clinica

Gürkan Dumlu E. 1, Kiyak G. 1, Bozkurt B. 1, Tokaç M. 1, Polat B. 2, Çakir B. 2, Güler G. 3, Kiliç M. 4

1 Atatürk Research and Training Hospital Department of General Surgery, Ankara, Turkey;
2 Yıldırım Beyazıt University Faculty of Medicine Department of Endocrinology, Ankara, Turkey;
3 Yıldırım Beyazıt University Faculty of Medicine Department of Pathology, Ankara, Turkey;
4 Yıldırım Beyazıt University Faculty of Medicine Department of General Surgery, Ankara, Turkey

Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare l’associazione tra il risultato dell’aspirazione preoperatoria della tiroide con ago sottile e l’istopatologia finale in pazienti con noduli tiroidei.
Metodi. Le cartelle cliniche di 298 pazienti (età media di 47,7±12,3 anni; 79,5% donne) sottoposti ad aspirazione con ago sottile per i noduli tiroidei, ad intervento chirurgico e con diagnosi patologica finale, sono state esaminate in maniera retrospettiva. Per riportare la patologia del campione aspirato con ago sottile, è stata utilizzata la classificazione di Bethesda dell’aspirazione tiroidea con ago sottile. I livelli di tireoglobulina (Tg) e degli anticorpi anti-Tg e anti-perossidasi tiroidea (anti-TPO) sono stati determinati prima dell’intervento.
Risultati. I noduli tiroidei erano non diagnostici, benigni o atipia (gruppi 1-3 di Bethesda) nel 76,8% dei pazienti, mentre la neoplasia follicolare con malignità conclamata o sospetta (gruppi 4-6 di Bethesda) era presente nel 23,1% dei pazienti. I risultati più frequenti della patologia finale del campione erano quelli di gozzo nodulare (36,6%) e carcinoma papillare (35,6%). Il gozzo nodulare era significativamente più prevalente nel gruppo 1 di Bethesda mentre il carcinoma papillare era più frequente nel gruppo 3 di Bethesda (P<0,05). Il livello di Tg era significativamente più elevato nel gruppo con gozzo nodulare (90,49±126,93 ng/ml) mentre i livelli di anti-Tg e anti-TPO erano significativamente più elevati nel gruppo con gozzo e tiroidite linfocitaria (rispettivamente 229,77±494,42 U/ml e 282,86±360,77 U/ml) rispetto agli altri gruppi patologici (P<0,05 per tutti).
Conclusioni. Il carcinoma papillare è più comune nel gruppo 3 della classificazione di Bethesda dell’aspirazione tiroidea con ago sottile. Pertanto, l’aspirazione preoperatoria con ago sottile per i noduli tiroidei è predittiva della patologia finale e deve essere applicata per la diagnosi e il follow-up.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina