Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2013 April;68(2) > Minerva Chirurgica 2013 April;68(2):155-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2013 April;68(2):155-62

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Colecistectomia laparoscopica a singola via di accesso e a quattro vie di accesso: differenze negli esiti

Kunkala M. 1, Bingener J. 1, Park M. 1, Scott Harmsen W. 2, McConico A. 1, Reid Lombardo K. 1

1 Department of Surgery, Mayo Clinic Rochester, MN, USA;
2 Department of Health Sciences Research Mayo Clinic, Rochester, MN, USA


PDF  


Obiettivo. I pazienti preferiscono procedure mininvasive con un recupero rapido, un dolore minimo e una buona estetica. La colecistectomia a singola via di accesso può ridurre la necessità degli analgesici narcotici, accorciando pertanto il tempo di recupero. Le evidenze basate sugli esiti per questa procedura devono ancora essere unificate.
Metodi. Pazienti sottoposti a colecistectomia ad accesso singolo sono stati appaiati per età e sesso a pazienti di controllo sottoposti a colecistectomia a quattro vie di accesso nello stesso intervallo temporale. L’endpoint primario era l’utilizzo ospedaliero degli analgesici narcotici, misurato attraverso gli equivalenti di morfina. Gli endpoint secondari erano il tempo di intervento e la lunghezza della degenza ospedaliera. L’analisi statistica è stata effettuata utilizzando il test t di Student.
Risultati. Cinquanta pazienti (36 donne, 14 uomini) sono stati sottoposti a colecistectomia a singola via di accesso tra 11/2009 e 7/2012 mentre 50 pazienti sono stati sottoposti a colecistectomia tradizionale nello stesso intervallo di tempo. Tutti i pazienti sono stati appaiati entro 10 anni di età. La morbilità era del 4% per il gruppo a singola via di accesso e dello 0% per il gruppo sottoposto a colecistectomia tradizionale. Non vi sono stati passaggi alla colecistectomia a cielo aperto. Il gruppo a singola via di accesso ha necessitato di una mediana di 29,0 mg (intervallo da 8,7 a 180 mg) di equivalenti di morfina degli analgesici mentre il gruppo di controllo ha necessitato di una mediana di 33,2 mg (intervallo da 0 a 185,7 mg) di equivalenti di morfina (P=0,04). I tempi di intervento per la colecistectomia a singola via di accesso erano più lunghi (mediana: 85 vs 77 minuti, P=0,03).
Conclusioni. In questo piccolo studio, è stata osservata una differenza statisticamente significativa nell’utilizzo dei narcotici durante l’iniziale degenza ospedaliera tra i due gruppi. Dopo gli iniziali dieci casi, il tempo di intervento per la colecistectomia a singola via di accesso si è avvicinato a quello della colecistectomia standard a quattro vie di accesso. Studi randomizzati controllati sono necessari per esaminare le differenze di esito tra i due approcci.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

bingenercasey.juliane@mayo.edu