Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2013 April;68(2) > Minerva Chirurgica 2013 April;68(2):139-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

  CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA DELLA MAMMELLA


Minerva Chirurgica 2013 April;68(2):139-54

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Nuove tecniche innovative nella radioterapia per il cancro mammario

Murphy J. O., Sacchini V. S.

Breast Service, Department of Surgery Memorial Sloan-Kettering Cancer Center New York, NY, USA


PDF  


La chirurgia conservativa della mammella (breast-conserving surgery, BCS) seguita da radioterapia adiuvante dell’intero tessuto mammario residuo (whole breast radiotherapy, WBRT) è un trattamento consolidato per il cancro mammario in stadio iniziale. Il follow-up a lungo termine ha dimostrato una sopravvivenza pari a quella della mastectomia. Tuttavia la WBRT standard della mammella preservata richiede un trattamento radioterapico quotidiano di 5 giorni alla settimana per 5-7 settimane. Tale schema di trattamento impone un carico considerevole sia sulle pazienti affette da cancro mammario sia sui sistemi sanitari. Nell’ultimo decennio, vi è stato un notevole impegno nell’abbassare il volume della mammella trattata con radioterapia e nel ridurre il numero delle frazioni di radioterapia. L’irradiazione parziale accelerata della mammella (accelerated partial breast irradiation, APBI), inclusa la radioterapia intraoperatoria (IORT), somministra un’alta dose di radiazione nelle immediate vicinanze della cavità chirurgica, con una relativa conservazione della maggior parte della mammella omolaterale. La WBRT ipofrazionata somministra una radiazione all’intera mammella omolaterale; tuttavia, ciò è ottenuto utilizzando un minor numero di frazioni e di dose radioterapica totale. L’attrattiva dei programmi radioterapici meno invasivi e impegnativi ha portato alla diffusa introduzione dell’APBI prima che i suoi risultati a lungo termine fossero stati stabiliti. Negli ultimi 5 anni, sono stati resi disponibili i dati derivanti da studi prospettici sulla IORT e sulla WBRT ipofrazionata rispetto alla WBRT standard. Inoltre, è in fase di completamento la fase di reclutamento di un ampio studio prospettico randomizzato sull’APBI versus WBRT. Nella presente review, discuteremo di queste nuove tecniche radioterapiche innovative per il trattamento del cancro mammario. Discuteremo anche degli studi prospettici recentemente completati e di quelli in corso, i quali forniranno una solida valutazione della sicurezza e dell’efficacia di tali tecniche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

sacchinv@mskcc.org