Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2013 February;68(1) > Minerva Chirurgica 2013 February;68(1);87-95

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2013 February;68(1);87-95

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Il CD133 è un marker selettico per il CRC?

Del Rio P. 1, Bonati E. 1, Crafa P. 2, Campanini N. 2, Montana C. 1, Bezer L. 1, Dell’abate P. 1, Sianesi M. 1

1 Unit of Surgery and Organ Transplantation University Hospital of Parma, Parma, Italia;
2 Unit of Pathology, University Hospital of Parma Parma, Italia


PDF  


Obiettivo. Lo scopo dello studio è stato quello di valutare la presenza della glicoproteina CD133 come marcatore di cell stem, come fattore prognostico indipendente di sopravvivenza e la sua espressione positiva in rapporto a una eventuale chemioresistenza.
Metodi. Lo studio include pazienti affetti da tumore colorettale (colorectal cancer, CRC) e sottospoti a chirurgia colorettale presso l’Azienda ospedaliero universitaria di Parma, con intento curativo e con un follow-up di 5 anni. Abbiamo considerato 47 casi indipendentemente dal grado istologico. È stato utilizzato l’anticorpo monoclonale CD133/1 (clone AC 133-MAC, Miltenyi Bioetec, Auburn CA 95602, USA) che reagisce con l’epitopo 1 del CD133 per il processo immunoistochimico.
Risultati. Su un totale di 47 casi considerati, 8 sono stati esclusi per dati incomplete, 13 persi al follow up. Il numero finale di casi considerati è stato di 26 (17 maschi e 9 femmine), età media pari a 72,2 anni. 2 Stadio I, 8 stadio IIA, 1 IIB, 2 IIIA, 5 IIIB, 5 III C e 3 IV.Il 96,5% dei pazienti è risultato positivo al CD133, con diversa intensità del colorante, direttamente correlata alla positività del pull celulare.
Conclusioni. I risultati ottenuti dai nostri studi confermano un’alta rappresentazione del CD 133 nell’epitelio colico. Riteniamo opportuno l’esecuzione di studi randomizzati e prospettici, con numero più elevato di casi, più uniform i, per verificare il ruolo del CD 133 ed altre molecole potenziali marcatori di Tumor Stem Cell TSC)

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

paolo.delrio@unipr.it