Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2012 Ottobre;67(5) > Minerva Chirurgica 2012 Ottobre;67(5):421-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2012 Ottobre;67(5):421-8

lingua: Inglese

Gastrite ischemica: una conseguenza rara ma letale della sindrome ischemica della regione celiaca

Chambon J. P. 1, Bianchini A. 1, Massouille D. 1, Perot C. 1, Lancelevée J. 1, Zerbib P. 2

1 Department of Vascular and General Surgery, University of Lille Nord de France, Lille, France;
2 Department of Digestive Surgery and Transplantation, University of Lille Nord de France, Lille, France


PDF  


Obiettivo. La gastrite ischemica è poco conosciuta dai medici e ha esiti spesso letali se non diagnosticata in maniera corretta. Riportiamo di seguito le caratteristiche cliniche, endoscopiche e immaginografiche e gli esiti del trattamento di cinque pazienti affetti da gastrite ischemica.
Metodi. Si è trattato di uno studio retrospettivo monocentrico di pazienti affetti da gastrite ischemica, trattati tra gennaio 2009 e aprile 2012. Tutti i pazienti sono stati sottoposti ad angioplastica transluminale o a chirurgia di rivascolarizzazione a cielo aperto.
Risultati. Cinque pazienti (4 uomini, 1 donna) sono stati inclusi nel presente studio. La condizione è stata diagnosticata in due casi di peritonite con perforazione gastrica o duodenale, due casi di dolore epigastrico acuto e un caso di emorragia gastrica, emesi intensa e shock ipovolemico. Tre dei cinque pazienti presentavano necrosi o ulcerazioni gastriche appurate per via endoscopica. In tutti i casi, la tomografia computerizzata ha contribuito alla diagnosi. I sintomi si sono risolti dopo la rivascolarizzazione gastrica mediante bypass aorto-epatico (N.=1), bypass epato-renale (N.=1), bypass mesenterico ileo-superiore retrogrado (N.=2) con angioplastica dell’arteria celiaca (N.=1) e angioplastica del tronco celiaco e dell’arteria mesenterica superiore (N.=1). Durante il follow-up, tre pazienti sono deceduti per inanizione a causa della sindrome dell’intestino corto (N.=1) o a causa del carcinoma polmonare metastatico (N.=2).
Conclusioni. La gastrite ischemica è una componente della sindrome ischemica della regione celiaca ed è strettamente correlata all’ischemia mesenterica cronica o acuta. La tomografia computerizzata è sempre in grado di guidare la diagnosi. La rapida guarigione osservata in seguito alla rivascolarizzazione ha confermato la natura ischemica della condizione e l’inadeguatezza della resezione gastrica in tale contesto.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

philippe.zerbib@chru-lille.fr