Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2012 Agosto;67(4) > Minerva Chirurgica 2012 Agosto;67(4):337-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2012 Agosto;67(4):337-42

lingua: Inglese

Dosaggio intraoperatorio del paratormone in corso di paratiroidectomia mirata per iperparatiroidismo primitivo: è realmente necessario?

Calò P. G. 1, Pisano G. 1, Tatti A. 1, Medas F. 1, Boi F. 2, Mariotti S. 2, Nicolosi A. 1

1 Dipartimento di Chirurgia e Scienze Odontostomatologiche, Università degli Studi di Cagliari, Cagliari, Italia;
2 Dipartimento di Scienze Medicheì, Università degli Studi di Cagliari, Cagliari, Italia


PDF  


Obiettivo. Il dosaggio intraoperatorio del paratormone è diventato un mezzo essenziale in corso di paratiroidectomia mirata. Obiettivo di questo studio è stato di valutare il ruolo attuale del monitoraggio intraoperatorio del paratormone in corso di paratiroidectomia mirata per iperparatiroidismo primario nella nostra esperienza.
Metodi. Centosessantuno pazienti sono stati sottoposti a paratiroidectomia mirata con dosaggio intraoperatorio del paratormone.
Risultati. Una diminuzione del paratormone >50% è stata osservata in 147 pazienti (91,3%); tra questi in 1 si è registrata una ipercalcemia persistente postoperatoria; negli altri 14 (8,7%) i valori del paratormone si sono ridotti <50% per cui è stata effettuata una esplorazione bilaterale. Una ulteriore ghiandola patologica è stata rimossa in 8 casi, una terza in 1; negli altri 5 l’esplorazione è stata negativa ed in 4 di questi si è dimostrata una ipercalcemia postoperatoria persistente. In 136 pazienti la riduzione >50% è stata ottenuta dopo 10 minuti, negli altri 11 dopo 20. Un successo operatorio si è registrato nel 96,9% con una incidenza del 5.6% di malattia multighiandolare. Il paratormone intraoperatorio ha cambiato la tattica chirurgica nell’8,7% dei casi. L’accuratezza è stata del 98,7%, la sensibilità 99,3%, la specificità 92,8%, il valore predittivo positivo 99,3% ed il valore predittivo negativo 92,8%.
Discussiione e conclusioni. Il dosaggio intraoperatorio del paratormone rappresenta un mezzo utile a sostegno del chirurgo in corso di paratiroidectomia ed il suo uso migliora sensibilmente i risultati della paratiroidectomia mirata. Pertanto riteniamo che il suo uso sia ancora necessario per evitare persistenze, recidive e conseguenti reinterventi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

pgcalo@unica.it