Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2012 Agosto;67(4) > Minerva Chirurgica 2012 Agosto;67(4):319-26

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2012 Agosto;67(4):319-26

lingua: Inglese

Gastrectomia totale completamente laparoscopica vs. gastrectomia totale open nel cancro gastric stadio I/IIIC: sicurezza, efficacia e outcome oncologico a 5 anni

Siani L. M., Ferranti F., De Carlo A., Quintiliani A.

Unit of General and Minimally Invasive Surgery, “San Paolo” Hospital, ASL-RM/F, Civitavecchia, Rome, Italy


PDF  


Obiettivo. La gastrectomia laparoscopica sta diventando ormai procedura minimamente invasiva diffusa tra i laparoscopisti; tuttavia rimangono ancora dubbi sulla sua efficacia oncologica. Scopo dello studio era quello di analizzare la nostra esperienza confrontando la gastrectomia totale completamente laparoscopica con la sua controparte open per ciò che riguarda la sicurezza, efficacia ed outcome oncologico a 5 anni.
Metodi. Dal gennaio 2003 all’ottobre 2009, sono stati operati laparoscopicamente 25 pazienti cancro gastrico stadio I-III/C e retrospettivamente comparati con un gruppo omogeneo di pazienti operati per via tradizionale, stratificati per età, stadio di malattia e comorbilità.
Risultati. Non ci sono state conversioni. La mortalità a 30 giorni è risultata nulla nei due gruppi, mentre la morbilità del 16% nel gruppo lap e 32% nell’open (P<0,05). Il numero di linfonodi asprtati è stato 35±18 per il gruppo lap, 40±16 per l’open (P>0,05). La sopravvivenza complessiva e la sopravvivenza libera da malattia a 5 anni sono state 55,7% e 54,2% per il gruppo lap, 52,9% e 52,1% per quello open, senza differenze statisticamente significative (P>0,05). La gastrectomia totale laproscopica rappresenta una nuova sfida per il chirurgo laparoscopista, con gli indubbi vantaggi dell’approccio mini-invasivo; tuttavia rimane aperto il dibattito sulla sua efficacia oncologica. La nostra esperienza è assolutamente a favore dell’approccio mini-invasivo, sia nel breve che nel lungo periodo.
Conclusioni. La gastrectomia totale completamente laparoscopica si è dimostrata sicura ed oncologicamente efficacie; tuttavia è una tecnica complessa, specialmente nell’esecuzione della linfoadenectomia e nel confezionamento dell’anastomosi esofago-digiunale. Trial prospettici randomizzati sono comunque necessari per definire tale procedura come il nuovo gold-standard nel trattamento del cancro gastrico stadio I-III/C.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

lucamaria.siani@fastwebnet.it