Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2012 June;67(3) > Minerva Chirurgica 2012 June;67(3):235-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2012 June;67(3):235-9

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Emicolectomia destra elettiva: un’analisi retrospettiva di venti anni della pratica di un singolo chirurgo generale

Ahmed M., Kirby R.

Department of Breast and General Surgery, University Hospital of North Staffordshire, Newcastle Road, Stoke-on-Trent, UK


PDF  


Obiettivo. I cambiamenti nelle pratiche professionali implementati nell’ultimo decennio, soprattutto quelli relativi alla sottospecializzazione, hanno cambiato le pratiche professionali del tradizionale chirurgo generale. La maggior parte degli specialisti non-colorettali che desiderano continuare a eseguire interventi di chirurgia addominale sono limitati all’esecuzione della sola emicolectomia destra. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare gli esiti delle procedure colorettali eseguite da un chirurgo generale non-colorettale che ha iniziato la pratica di medico nel 1991 e confrontare tali esiti rispetto a quelli registrati nella letteratura per chirurghi con elevato e basso volume di casi.
Metodi. Le cartelle cliniche di 131 pazienti sottoposti a emicolectomia destra da un singolo chirurgo tra il marzo del 1991 e il dicembre del 2010 sono state recuperate e analizzate in maniera retrospettiva. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a laparotomia mediana con anastomosi ileo-colica termino-terminale o termino-laterale, manuale e a doppio strato. Le complicanze d’interesse erano costituite dai decessi postoperatori e dalle perdite anastomotiche clinicamente rilevanti, oltre che dalle complicanze mediche diagnosticate clinicamente.
Risultati. L’età media dei pazienti era di 61,5 anni (intervallo 17-83). Un totale di 92 pazienti sono stati operati per il tumore colorettale e 39 pazienti per il morbo di Crohn. Non si sono verificate perdite anastomotiche. Vi è stato un solo decesso ospedaliero, secondario all’infarto acuto del miocardio.
Conclusioni. Il nostro breve studio sulla lunga pratica di un solo chirurgo per le emicolectomie destre elettive dimostra che un chirurgo generale non specialista può raggiungere nella pratica clinica elevati standard in termini di tassi di perdite anastomotiche e mortalità operatoria. Tuttavia, è necessario raccogliere dati prospettici per applicare tale conclusione alla più vasta comunità degli specialisti non-colorettali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

muneer_ahmed@hotmail.co.uk