Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2012 Giugno;67(3) > Minerva Chirurgica 2012 Giugno;67(3):211-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2012 Giugno;67(3):211-7

lingua: Inglese

Evoluzione dell’anestesia segmentaria nella colecistectomia laparoendoscopica ad accesso singolo (LESS)

Ross S. B. 1, 2, Mangar D. 1, 3, Karlnoski R. 1, 3, Patel R. S. 3, Camporesi E. M. 1, 3, Barry L. K. 1, 2, Luberice K. 1, 2, Sprenker C. J. 3, Rosemurgy A. S. 2

1 Department of Surgery, the University of South Florida, Tampa, FL, USA;
2 The Center for Surgical Digestive Disorders, Tampa General Hospital, Tampa, FL, USA;
3 Florida Gulf-to-Bay Anesthesiology, Tampa General Hospital, Tampa, FL, USA


PDF  


Obiettivo. La chirurgia laparoendoscopica ad accesso singolo (LESS) transombelicale garantisce un migliore risultato estetico, un rapido recupero, un minore dolore postoperatorio e una più breve degenza ospedaliera. Utilizzando solo una semplice incisione ombelicale, la chirurgia LESS può essere realizzata in anestesia epidurale segmentaria. Il presente studio descrive l’evoluzione della nostra tecnica di colecistectomia LESS, a partire dall’anestesia epidurale-spinale combinata alla sola anestesia epidurale toracica e presenta la nostra esperienza con la sua sicurezza, la morbilità osservata e la soddisfazione dei pazienti trattati.
Metodi. Nell’agosto del 2009, abbiamo avviato una valutazione prospettica della colecistectomia LESS eseguita in anestesia regionale, arruolando pazienti con colecistite cronica o colelitiasi sintomatica. Perdita ematica, tempo d’intervento, complicanze e durata della degenza ospedaliera sono stati misurati. L’esito e la risoluzione dei sintomi sono stati valutati nella fase preoperatoria e in quella postoperatoria.
Risultati. Quindici pazienti consecutivi sono stati sottoposti a colecistectomia LESS; prima in anestesia spinale-epidurale combinata (CSE) e quindi solamente in anestesia epidurale toracica. L’immediato senso di disagio e dolore sperimentati nella fase postoperatoria sono stati ben tollerati. Il punteggio VAS al momento del ricovero in unità di cura post-anestesia era pari a 0,4 (1,7±2,2). Quattordici giorni dopo l’operazione, i pazienti hanno attribuito elevati valori per quanto riguarda la “soddisfazione”, 10 (10±1,0) e “l’estetica”, 10 (9,3±1,5).
Conclusioni. La colecistectomia LESS con anestesia epidurale può essere eseguita in sicurezza. I risultati estetici e la soddisfazione dei pazienti sono stati particolarmente elevati tra i nostri pazienti. La nostra esperienza è a favore di un’ulteriore utilizzazione dell’anestesia epidurale per pazienti selezionati che devono subire una colecistectomia LESS.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

ecampore@health.usf.edu