Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2012 Febbraio;67(1) > Minerva Chirurgica 2012 Febbraio;67(1):67-75

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4733

Online ISSN 1827-1626

 

Minerva Chirurgica 2012 Febbraio;67(1):67-75

 ARTICOLI ORIGINALI

Lobectomia toracoscopica video-assistita per carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio I: esperienza su 111 pazienti consecutivi

Nakanishi R. 1, Nakagawa M. 1, Tokufuchi H. 1, Okumura T. 1, Maeda M. 2, Kuboi S. 2, Kido M. 2

1 Department of Thoracic Surgery, Shin-Kokura Hospital, Federation of National Public Service Personnel Mutual Aid Associations, Kitakyushu, Japan
2 Department of Respiratory Medicine, Shin-Kokura Hospital, Federation of National Public Service Personnel Mutual Aid Associations, Kitakyushu, Japan

Obiettivo. Sono stati esaminati gli esiti della lobectomia toracoscopica video-assistita in pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule di stadio I con comorbilità per determinare la sicurezza e la praticabilità tecnica di tale procedura.
Metodi. Tra il gennaio 2002 e il dicembre 2007, a 111 pazienti consecutivi con sospetto carcinoma polmonare di stadio I, i quali presentavano singolarmente una o più comorbilità elencate nell’indice di Kaplan-Feinstein modificato, è stata pianificata una lobectomia toracoscopica video-assistita. Sono state valutate le variabili demografiche, perioperatorie e di esito.
Risultati. Cento dei 111 pazienti hanno presentato un carcinoma polmonare non a piccole cellule. Novantanove pazienti sono stati sottoposti con successo a una lobectomia toracoscopica video-assistita, mentre vi è stata una conversione a causa di un’emorragia dall’arteria polmonare nello stadio iniziale. Includendo tale conversione, nessun paziente ha avuto bisogno di una trasfusione ematica durante la chirurgia o dopo l’operazione. Non vi sono stati decessi intraoperatori od ospedalieri. Settantotto (78,8%) dei 99 pazienti non hanno manifestato complicanze. Solo un paziente (1%) con punteggio elevato sull’indice di Kaplan-Feinstein ha contratto una polmonite denotante un grado 3 (grave), mentre i rimanenti 20 pazienti hanno manifestato complicanze di grado 1 (lievi) o 2 (moderate). A un follow-up medio di 40 mesi, i tassi di sopravvivenza complessivi a 3 anni per gli stadi postoperatori I-A (N.=52); I-B (N.=26) e II o più (N.=21) sono stati rispettivamente del 100%, del 78% e del 71%.
Conclusioni. Una lobectomia toracoscopica video-assistita è quindi considerata una procedura praticabile e sicura per il carcinoma polmonare non a piccole cellule di stadio I anche in pazienti con comorbilità.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina