Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2011 December;66(6) > Minerva Chirurgica 2011 December;66(6):553-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2011 December;66(6):553-60

lingua: Inglese

Nefropatia secondaria alla somministrazione di mezzo di contrasto nei pazienti sottoposti ad angiografia prima o durante un intervento di chirurgia vascolare: review sistematica

Zaraca F. 1, Wiedermann C. J. 2, Ebner H. 1

1 Department of Vascular and Thoracic Surgery, Central Hospital of Bolzano, Bolzano, Italy;
2 Department of Internal Medicine, Central Hospital of Bolzano, Bolzano, Italy


PDF  


L’insufficienza renale acuta (IRA) dopo la somministrazione di mezzo di contrasto (mdc) iodato è una temibile complicanza. In letteratura sono presenti numerosi studi che analizzano l’incidenza e le possibilità di prevenzione nei pazienti che vengono sottoposti a coronarografia. Abbiamo eseguito un’analisi sistematica dei dati presenti in letteratura nei pazienti sottoposti ad intervento di chirurgia vascolare. Review sistematica sull’incidenza e possibili strategie terapeutiche preventive dell’IRA dopo somministrazione di mdc iodato nei pazienti sottoposti ad intervento di chirurgia vascolare. I trials eleggibili sono stati cercati attraverso differenti metodi e le odd ratio collettive per l’ IRA dopo mdc sono state eseguite con un modello di effetti random. Sono state identificate 21 pubblicazioni e solo 6 sono state incluse nella review. I sei lavori hanno analizzato l’IRA dopo la somministrazione preoperatoria di mdc e solo uno di questi ha analizzato anche i dati dei pazienti sottoposti ad angiografia intraoperatoria. L’incidenza totale di IRA dopo mdc nei pazienti sottoposti ad intervento di chirurgia vascolare è 9,2% (79/862). I fattori di rischio correlati sono età >70 anni, alta quantità di mdc, pregressa nefropatia e terapia antiipertensiva. Due studi hanno dimostrato che la somministrazione di N-acetilcisteina prima del mdc non previene l’insorgenza di IRA.
Conclusioni. L’età >70 anni, una alta quantità di mdc, una pregressa nefropatia e la terapia antiipertensiva aumentano il rischio di IRA dopo la somministrazione preoperatoria di mdc. I pazienti sottoposti ad angiografia intraoperatoria hanno una maggiore incidenza di IRA, soprattutto se con pregressa nefropatia. Sono necessari ulteriori trial randomizzati che analizzino possibili strategie preventive dell’IRA dopo somministrazione di mdc nei pazienti sottoposti ad intervento di chirurgia vascolare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

francesco.zaraca@asbz.it