Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2011 August;66(4) > Minerva Chirurgica 2011 August;66(4):347-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2011 August;66(4):347-60

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Pneumotorace spontaneo: attuali controversie

Subotic D. 1, Van Schil P. 2

¹ Clinic for Thoracic Surgery, Clinical center of Serbia, Belgrade, University of Belgrade School of Medicine, Belgrade, Serbia; ² Department of Thoracic and Vascular Surgery, University Hospital of Antwerp, Antwerp, Belgium


PDF  


Nonostante le numerose linee guida proposte da società nazionali e internazionali, una dettagliata revisione della letteratura degli articoli pubblicati dalla fine degli anni ’40 e il 2010 dimostra chiaramente che diversi aspetti della patogenesi e del trattamento dello pneumotorace rimangono tuttora controversi. Per quanto riguarda la patogenesi dello pneumotorace primario, ulteriori studi sono necessari per spiegare: 1) il meccanismo dell’alterata ossigenazione in presenza di esteso pneumotorace; 2) le differenze di ossigenazione tra pazienti simili per età e sesso con uno pneumotorace della stessa entità; e 3) la sequenza di eventi nello pneumotorace iperteso. Relativamente a tutti gli approcci terapeutici, la chirurgia video-assistita fornisce un trattamento mini-invasivo. Per tale motivo, le metodiche di prevenzione della recidiva vengono attualmente spartite tra pneumologi interventisti e chirurghi toracici. Sebbene sia stato riportato un tasso di recidiva di pneumotorace spontaneo primario significativamente più elevato dopo un semplice drenaggio pleurico rispetto al talcaggio toracoscopico (34% e 5%, rispettivamente), quest’ultimo approccio terapeutico non è tuttora diffusamente adottato. Alcuni dubbi relativi all’impiego del talco nella prevenzione della recidiva vengono discussi, dimostrando che essi dipendono per lo più dal tipo di talco utilizzato. Relativamente allo pneumotorace secondario, vengono discussi alcuni aspetti specifici relativi all’approccio diagnostico e terapeutico. Viene approfondito il ruolo della tubercolosi polmonare come causa sottostante, a causa della difficoltà nella diagnosi tempestiva delle lesioni specifiche e l’inizio immediato del trattamento medico antitubercolare. Allo stesso modo, il cancro del polmone è una possibile causa di pneumotorace in pazienti con alterata epansione polmonare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

vilusi@yubc.net