Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2011 August;66(4) > Minerva Chirurgica 2011 August;66(4):303-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2011 August;66(4):303-6

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Utilizzo di bisturi a radiofrequenza nella chirurgia laparoscopica e nella chirurgia “open” nel cancro del retto sottoperitoneale

Scabini S., Rimini E., Romairone E., Scordamaglia R., Pertile D., Damiani G., Ferrando V.

Unit of Oncologic Surgery and Implantable Systems, S. Martino Hospital, Genoa, Italy


PDF  


Obiettivo. Confrontare l’efficacia e i risultati oncologici dell’utilizzo di bisturi a radiofrequenza (Ligasure™) in chirurgia “open” ed in chirurgia laparoscopica nel trattamento del cancro del retto sottoperitoneale.
Metodi. Dal luglio 2005 al dicembre 2008, 227 pazienti sono stati sottoposti a resezione colo-rettale per cancro nella nostra Unità Operativa. Sessantuno pazienti vennero sottoposti a chirurgia con intento curative per cancro del retto sottoperitoneale utilizzando Ligasure per il trattamento emostatico dei vasi di minor calibro e per l’esecuzione di total mesorectal excision. 46 pazienti sono stati sottoposti a resezione rettale laparotomica (OL), 15 a resezione laparoscopica (VL). Non vi erano differenze statisticamente significative tra le caratteristiche dei pazienti, fatta eccezione per lo stadio di malattia (P=0,009). L’obiettivo principale del lavoro è stato quello di valutare le complicanze maggiori, il tempo operatorio, la degenza postoperatoria, il “clearing distale” della neoplasia e il numero di linfonodi presenti all’esame istologico. Secondariamente, è stata valutata la sopravvivenza media nei due gruppi.
Risultati. Il tempo operatorio si è dimostrato statisticamente più breve nel gruppo OL (durata media dell’intervento: 188 vs. 246 min, P=0,004). Escludendo le amputazioni addomino-perineali abbiamo valutato il numero totale di linfonodi asportati e il distal clearing dalla neoplasia. Nel gruppo OL abbiamo reperito un numero medio di linfonodi pari a 16,6, nel gruppo VL a 13,9 (P=ns); il clearing distale medio è stato di 30,7 mm nel gruppo OL, di 48,1 nel gruppo VL (P=ns). Non abbiamo osservato differenze statisticamente significative per quanto riguarda le complicanze maggiori nei due gruppi. La degenza media post-operatoria nel gruppo VL è stata inferiore, ma non significativamente, rispetto a quella del gruppo OL.
Conclusioni. Ligasure non reduce il tempo operatorio nella resezione anteriore videolaparoscopica con total mesorectal excision per cancro del retto sottoperitoneale ma assicura risultati oncologici altrettanto validi rispetto al suo utilizzo il chirurgia open.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

stefanoscabini@libero.it