Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2011 June;66(3) > Minerva Chirurgica 2011 June;66(3):189-95

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2011 June;66(3):189-95

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Confronto tra tiroidectomia totale, tiroidectomia subtotale bilaterale e intervento di Dunhill nel trattamento di patologie benigne della tiroide

Albayrak Y. 1, Demiryilmaz I. 2, Kaya Z. 3, Aylu B. 4, Güzel C. 4, Ozcan O. 5, Aslan S. 4, Yenisolak A. 6, Ozturk M. 4, Celik S. 4

¹ Department of General Surgery and Burn Unit,Erzurum Region Education and Research Hospital, Erzurum, Turkey; 2 Department of General Surgery, Ibn-i Sina Hospital, Kayseri, Turkey; 3 Department of Ear, Nose, and Throat (ENT), Erzurum Region Education and Research Hospital, Erzurum, Turkey; 4 Department of General Surgery,Erzurum Region Education and Research Hospital, Erzurum, Turkey 5 Department of General Surgery, Mugla State Hospital, Mugla, Turkey 6 Department of General Surgery, Trabzon Region Education and Research Hospital, Trabzon, Turkey


PDF  


Obiettivo. Il trattamento chirurgico delle patologie benigne della tiroide è tuttora dibattuto. Sono state descritte numerose modalità di trattamento chirurgico di diverse patologie tiroidee, tra cui l’escissione, la tiroidectomia subtotale bilaterale (TSB), la tiroidectomia quasi totale e la tiroidectomia totale (TT).
Metodi. Sono stati rivisti i dati relativi a 2863 pazienti sottoposti a chirurgia per gozzo multinodulare (GMN) tra il 1990 e il 2009. Tuttavia, a causa della scarsa efficienza del sistema di archivio dell’ospedale, si è potuto accedere a informazioni dettagliate personali e di interventi chirurgici di soli 803 pazienti.
Risultati. Dei 803 pazienti, 227 (28,3%) sono stati sottoposti a DP, 228 (28,4%) a BST e 348 (43,3%) a TT. Mentre non vi sono state complicanze in 683 (85,1%) degli 803 interventi chirurgici, si sono sviluppate complicanze in 120 (14,9%) casi, con differenze evidenti tra TT e gli altri tipi di interventi (TSB e DP). La durata della degenza ospedaliera è stata di 2,2±0,4 giorni per il gruppo TSB, 2,2±0,4 giorni per il gruppo DP e 2,3±0,7 giorni per il gruppo TT. Tali differenze erano statisticamente significative. I tassi di recidiva sono stati 35 (15,3%), 20 (8,8%) e 4 (1,15%), rispettivamente, per TSB, DP e TT. Vi era una differenza significativa tra i tassi di recidiva di TT e BST, e tra TT e DP.
Conclusioni. Quando si considerano la frequenza di complicanze dei reinterventi e la possibilità di lasciare tessuto tiroideo neoplastico, crediamo che la TT possa essere presa in considerazione nel trattamento chirurgico delle patologie benigne della tiroide.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

yavuzalbayrakdr@gmail.com