Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2011 Aprile;66(2) > Minerva Chirurgica 2011 Aprile;66(2):123-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

  AGGIORNAMENTO SUL TRATTAMENTO DELLE ERNIE PARASTOMALI


Minerva Chirurgica 2011 Aprile;66(2):123-8

lingua: Inglese

Riparazione di ernia parastomale - Aggiornamento

Wara P.

Colorectal Division, Department of Surgery, Aarhus University Hospital, Aarhus, Denmark


PDF  


La riparazione dell’ernia parastomale rimane argomento di dibattito. La riparazione con sutura del difetto fasciale o il riconfezionamento della stomia sono entrambi associati a elevata morbilità e tassi inaccettabilmente elevati di recidiva e non sono più, pertanto, raccomandati nella pratica clinica. La riparazione con protesi sembrerebbe fornire i migliori risultati. Dopo i primi casi anedottici, vi è crescente evidenza secondo cui la riparazione laparoscopica con protesi sia fattibile, con buoni risultati nel trattamento dell’ernia parastomale. Sono state proposte due tecniche laparoscopiche, che prevedono l’impiego di una rete con un foro centrale e una rete senza foro centrale, spesso chiamata di Sugarbaker modificata. Gli studi pubblicati, tuttavia, sono di natura osservazionale e spesso con un breve follow-up. La maggior parte delle serie è costituita da campioni di piccole dimensioni e mancano studi controllati. Pertanto, i dati limitati rendono difficile trarre conclusioni. Al momento attuale, nessuno dei metodi di riparazione con protesi per via laparotomica o laparoscopica si è dimostrato superiore. Nonostante ciò, la riparazione laparoscopica ha trovato sempre più consensi. La rete in polipropilene con uno strato protettivo anti-adesivo che ricopre il lato viscerale può essere utilizzata in entrambe le forme. La rete in PTFE dovrebbe essere utilizzata preferibilmente con la tecnica di Sugarbaker modificata. Se viene utilizzata la rete in PTFE con la tecnica del “keyhole”, vi è maggior probabilità di recidiva dell’ernia parastomale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

p.wara@dadlnet.dk