Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2011 Aprile;66(2) > Minerva Chirurgica 2011 Aprile;66(2):101-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

 

Minerva Chirurgica 2011 Aprile;66(2):101-6

 ARTICOLI ORIGINALI

Risultati della rivascolarizzazione dell’arteria mesenterica per ischemia mesenterica cronica

Marudanayagam R., Syed S., Nasr H., Fox A. D.

Department of Vascular Surgery, Royal Shrewsbury Hospital, Shrewsbury and Telford NHS Trust, Shrewsbury, UK

Obiettivo. L’obiettivo di questo studio era di fornire una revisione della presentazione clinica e della diagnosi dell’ischemia mesenterica cronica (IMC) e di valutare i risultati precoci e tardivi della rivascolarizzazione mesenterica.
Metodi. In questo studio retrospettivo, sono stati inclusi 15 pazienti affetti da IMC diagnosticata tra gennaio 2000 e settembre 2006. La rivascolarizzazione mesenterica è stata effettuata tramite angioplastica transluminale, posizionamento di stent, endoarteriectomia o bypass con protesi. I pazienti sono stati sottoposti a controlli seriati con eco-Doppler e/o angiotomografia computerizzata per confermare la pervietà del bypass.
Risultati. Sedici procedure di rivascolarizzazione sono state effettuate in 15 pazienti: il bypass aorto-mesenterico superiore (AMS) in 9 pazienti, l’endoarteriectomia dell’AMS in due pazienti, l’angioplastica transluminale in due pazienti, il posizionamento di stent in due pazienti e il bypass tra arteria iliaca comune destra e arteria epatica comune in un paziente in cui un precedente bypass aorto-AMS era fallito. Non vi sono stati casi di mortalità o complicanze procedurali precoci. In due pazienti si è verificata la trombosi tardiva del bypass e la recidiva sintomatica. Uno dei tre casi di decesso tardivo è stato dovuto alla trombosi del bypass e all’infarto intestinale, mentre gli altri due pazienti sono deceduti, rispettivamente, per infarto miocardico acuto e carcinoma broncogeno metastatico.
Conclusioni. La rivascolarizzazione mesenterica per IMC è efficace nella maggior parte dei pazienti, con miglioramento della sintomatologia, ridotta mortalità e soddisfacente tasso di pervietà del bypass a lungo termine.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina