Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2011 February;66(1) > Minerva Chirurgica 2011 February;66(1):1-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

  ESOFAGO DI BARRETT


Minerva Chirurgica 2011 February;66(1):1-6

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

La chirurgia antireflusso previene la progressione dell’esofago di Barrett?

Lord R. V. N.

Department of Upper Gastrointestinal Surgery, St. Vincent’s Gastroesophageal, Cancer Research Laboratory, St. Vincent’s Hospital
University of New South Wales, Sydney, Australia


PDF  


Le spiegazioni di tipo meccanico suggeriscono che, poiché la chirurgia antireflusso tratta il reflusso gastroesofageo, che rappresenta il maggior fattore di rischio noto per l’esofago di Barrett, essa potrebbe avere un effetto positivo sulla biologia della malattia di Barrett. A causa della mancanza di dati sufficienti, non vi è tuttora una conclusione definitiva. La maggior parte degli studi, tra cui numerosi e ampi studi di coorte di popolazione, è costituita da studi osservazionali soggetti a diversi bias. Vi può essere per esempio un bias di selezione, se il paziente sottoposto a un tipo di trattamento ha una patologia più grave di quello sottoposto al trattamento di confronto, come è possibile per la chirurgia antireflusso e la terapia con farmaci inibitori della pompa protonica. Una revisione sistematica suggerisce inoltre un bias di pubblicazione. I dati pubblicati indicano che i chirurghi non dovrebbero affermare che la chirurgia antireflusso previene la progressione dell’esofago di Barrett. Studi prospettici ben condotti con analisi pH-metrica postoperatoria indicano, tuttavia, che l’intervento chirurgico adeguato ridurrebbe il rischio di progressione dell’esofago di Barrett, a differenza di un intervento chirurgico inefficace.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

rvlord@stvincents.com.au