Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2010 December;65(6) > Minerva Chirurgica 2010 December;65(6):695-99

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2010 December;65(6):695-99

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Gel piastrinico autologo nel trattamento di fistola alveolare postoperatoria dopo resezione polmonare

Andreetti C., Ibrahim M., Ciccone A., D’Andrilli A., Poggi C., Maurizi G., Pavan A., Rendina E. A.

1 Department of Thoracic Surgery, “La Sapienza” University of Rome, Sant’Andrea Hospital, Rome, Italy; 2 Department of Immunohematoligy and Trasfusion, “La Sapienza” University of Rome, Sant’Andrea Hospital, Rome, Italy


PDF  


La fistola alveolare postoperatoria (FA) associata alla presenza di una cavità pleurica (CP) per mancata riespansione polmonare rappresenta una complicanza seria e una sfida aperta in chirurgia toracica. Lo scopo di questo studio è di verificare l’efficacia del gel piastrinico autologo per il trattamento della fistola alveolara e della CP. Abbiamo trattato un paziente con perdite aeree alveolari prolungate post resezione polmonare maggiore con gel piastrinico autologo, un composto cellulare prodotto dalla Divisione di Immunoematologia e Trasfusione. Il gel piastrinico ricco in plasma è un materiale biologico composto da piastrine autologhe, ricavate dal sangue autologo del paziente, centrifugate a 1100 g per 9 minuti. Il substrato piastrinico ottenuto viene attivato mediante l’aggiunta di trombina autologa e calcio cloruro per formare una matrice di fibrina densa. Il paziente presentava severe perdite aeree dopo resezione atipica di un nodulo solitario del polmone localizzato a livello del lobo medio e una decorticazione pleurica standard in seguito alla presenza di tenaci aderenze post pleurite. In 13 giornata post operatoria il paziente sviluppò un empiema pleurico dal lato operato e successivamente veniva sottoposto a irrigazione della pleura con antibiotici specifici tramite il tubo di drenaggio in sede dopo analisi microbiologica del liquido pleurico. Dopo una settimana abbiamo ottenuto la completa risoluzione dell’empiema con il permanere di una cavità pleurica e il persistere delle perdite aeree. Abbiamo trattato il paziente con gel piastrinico autologo. Tramite il tubo di drenaggio toracico abbiamo somministrato 7.5 ml di gel piastrinico ogni 72 ore per 3 volte. Dopo la terza applicazione abbiamo ottenuto la chiusura della cavità con la cessazione delle perdite aeree. Il gel piastrinico autologo è semplice da usare, sicuro ed economico. Può essere considerato una valida opzione terapeutica in pazienti selezionati con fistola alveolare e parziale riespansione polmonare. Il prodotto contiene una quantità significativa di componenti cellulari, con proprietà antinfiammatorie e di rigenerazione con capacità di riparazione dei tessuti danneggiati. Condizione necessaria per il successo della procedura è la sterilità della cavità pleurica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

claudioandreetti@libero.it