Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2010 Ottobre;65(5) > Minerva Chirurgica 2010 Ottobre;65(5):577-85

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2010 Ottobre;65(5):577-85

lingua: Inglese

Revisione sistematica dei benefici della nutrizione parenterale totale nel trattamento delle fistole entero-cutanee

Sepehripour S., Papagrigoriadis S.

Department of Colorectal Surgery, King’s College Hospital, Denmark Hill, London, United Kingdom


PDF  


Le fistole entero-cutanee (enterocutaneous fistulas, ECFs) si verificano più frequentemente come complicanza della chirurgia addominale, tuttavia si possono presentare anche spontaneamente in caso di malattia infiammatoria dell’intestino, diverticolite, radioterapia, trauma e sepsi. Sebbene i tassi di mortalità e morbilità si siano ridotti negli ultimi anni, vi sono tuttora dei punti di discussione per quanto riguarda il trattamento dei pazienti affetti da ECF. Il supporto nutrizionale è uno di questi ed è una delle cause principali di mortalità e morbilità. La nutrizione parenterale totale (NPT) è diffusamente utilizzata nel trattamento delle ECF. In questa revisione, gli autori riportano l’evidenza attualmente disponibile dell’utilizzo della NPT in caso di ECF con l’obiettivo di determinare le indicazioni, I benefici e I risultati di questo tipo di supporto nutrizionale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

s.pap@talk21.com