Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2010 Giugno;65(3) > Minerva Chirurgica 2010 Giugno;65(3):267-74

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4733

Online ISSN 1827-1626

 

Minerva Chirurgica 2010 Giugno;65(3):267-74

 ARTICOLI ORIGINALI

Trattamento non operatorio del trauma chiuso con lesioni di organi solidi intraddominali: studio prospettico per valutare il tasso di successo e i fattori predittivi di insuccesso

Hashemzadeh S. H., Hashemzadeh K. H., Dehdilani M., Rezaei S.

1 Department of General and Thoracic Surgery, Tuberculosis Lung Research Centre (TLRC), General and Thoracic Surgery
Imam Reza Hospital, Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran;
2 Department of Cardiovascular Surgery, Shahid Madani Hospital, Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran;
3 Department of General Surgery, Imam Reza Hospital. Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran

Obiettivo. Negli ultimi anni le raccomandazione a favore del trattamento non operatorio (TNO) per il trattamento di selezionati casi di lesioni di organi solidi intra-addominali da trauma chiuso sono aumentate. Nessuno studio prospettico ha valutato la percentuale di TNO del trauma addominale chiuso nel Nord-Ovest dell’Iran. L’obiettivo del nostro studio era di valutare il tasso di successo di questa modalità di trattamento in pazienti che non necessitano di trattamento chirurgico in emergenza.
Metodi. Questo studio prospettico è stato condotto presso l’Ospedale Imam Khomeini Hospital (centro traumatologico di riferimento) presso l’Università Tabriz di Scienze Mediche, Iran, tra il 20 marzo 2004 e il 20 marzo 2007. Tutti i pazienti traumatizzati con lesione di un organo solido addominale (rene, fegato, o milza) sono stati selezionati per un’analisi iniziale, utilizzando il test t di Student o il test del c2.
Risultati. Durante i tre anni dello studio, 98 pazienti (83 di sesso maschile e 15 di sesso femminile) con trauma chiuso sono stati selezionati per TNO di lesioni renali, epatiche e spleniche. L’età media era 26,1±17,7 anni (range, 2-89) e l’INJURY Severity Score (ISS) medio era 14,5±7,4. Il tasso di successo del TNO è stato del 93,8%. Cinquantuno pazienti (43 di sesso maschile, 8 di sesso femminile; ISS medio, 14,2±5,8) sono stati sottoposti a TNO di trauma splenico; 38 pazienti (33 di sesso maschile, 5 di sesso femminile; ISS medio, 12,9±8,2) di trauma epatico, e nove pazienti (7 di sesso maschile, 2 di sesso femminile; ISS medio, 22,2±7,6) di trauma renale. Sei pazienti sono stati sottoposti a laparotomia esplorativa per insuccesso del TNO. Il tasso di successo di questo trattamento è stato 94,1%, 94,7% e 88,8% per i traumi della milza, fegato e rene, rispettivamente. L’età, il sesso femminile e l’ISS erano fattori predittivi significativi di insuccesso del TNO (P<0,05).
Conclusioni. Il TNO può essere effettuato con successo nei pazienti emodinamicamente stabili con trauma chiuso di organi solidi addominali. Lo studio conclude che i tassi di TNO variano in relazione alla gravità del trauma dell’organo. Pertanto, i centri traumatici dovrebbero utilizzare questo approccio.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina