Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2010 April;65(2) > Minerva Chirurgica 2010 April;65(2):213-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  CHIRURGIA DEL COLON E DEL RETTOINDICE


Minerva Chirurgica 2010 April;65(2):213-23

lingua: Inglese

Recidive dopo escissione transanale e transanal endoscopic microsurgery per cancro del retto T1

Hermsen P. E. A., Nonner J., De Graaf E. J. R., Doornebosch P. G.

1 Department of Surgery, Erasmus MC, Rotterdam, the Netherlands;
2 Department of Surgery, IJsselland Hospital, Capelle aan den IJssel, the Netherlands


PDF  


L’escissione locale per cancro del retto T1 trova sempre più campo di applicazione, nel tentativo di evitare le complicanze associate alla chirurgia radicale, nonostante l’evidenza scientifica sia limitata. Uno dei punti più dibattuti è rappresentato dalla recidiva locale dopo escissione locale (LE). In questo articolo, gli autori focalizzano l’attenzione su questo argomento e propongono una revisione degli articoli fino ad ora pubblicati in Letteratura riguardanti l’escissione locale e la transanal endoscopic microsurgery (TEM), la recidiva, e la chirurgia di salvataggio. I tassi di recidiva locale dopo LE o TEM sono inaccettabilmente elevati. Poiché i risultati oncologici in questo sottogruppo di pazienti sono limitati, ulteriori studi dovranno valutare l’accurata selezione dei pazienti e le strategie di trattamento adiuvanti dopo chirurgia di salvataggio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

pdoornebosch@ysl.n