Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2010 Febbraio;65(1) > Minerva Chirurgica 2010 Febbraio;65(1):123-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4733

Online ISSN 1827-1626

 

Minerva Chirurgica 2010 Febbraio;65(1):123-6

 CASI CLINICI

Rottura di un aneurisma del seno destro di Valsalva: diagnosi ecocardiografica e riparazione chirurgica

Rescigno G., Matteucci M. L. S., Capestro F., Pierri M. D., Bucari S., Iacobone G., Piccoli G. P.

Cardiac Surgery Department, Presidio Lancisi, Ospedali Riuniti di Ancona, Ancona, Italy

Gli aneurismi del seno di Valsalva (SV) sono lesioni del cuore rare, secondarie ad un difetto congenito o ad una degenerazione acquisita della parete aortica. Solitamente, queste lesioni sono asintomatiche e vengono diagnosticate occasionalmente in corso di ecocardiografia. Pertanto, quando si verifica la rottura, essi richiedono un rapido intervento chirurgico d’urgenza. Gli Autori riportano il caso di un soggetto di sesso maschile di 58 anni di età, che ha sviluppato improvvisamente dolore toracico. All’esame obiettivo, era stato riscontrato un soffio sisto-diastolico di nuova insorgenza. La successiva ecocardiografia bi-dimensionale aveva evidenziato la presenza di un aneurisma del SV destro rotto nell’atrio destro. Il paziente è stato sottoposto ad intervento chirurgico d’urgenza. L’esclusione chirurgica dell’aneurisma è stata ottenuta attraverso un doppio accesso, trans-aortico e trans-atriale destro. Il SV destro è stato obliterato suturando una protesi in dacron sulla parete aortica, mentre la completa esclusione dell’aneurisma che si era rotto nell’atrio destro è stata ottenuta passando attraverso lo stesso atrio destro, con una sutura continua in prolene 5/0. Il decorso postoperatorio è stato regolare, privo di complicanze, ed il paziente è stato dimesso in sesta giornata postoperatoria. L’ecocardiogramma trans-esofageo rappresenta il gold standard per la diagnosi di questa patologia e per pianificare l’adeguato trattamento chirurgico. Il trattamento dell’aneurisma asintomatico, non rotto non è chiaro, tuttavia la chirurgia è raccomandata nei casi in cui l’aneurisma è complicato da rottura, con una rischio operatorio accettabilmente basso e buoni risultati a lungo termine.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina