Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2010 February;65(1) > Minerva Chirurgica 2010 February;65(1):59-69

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  I TUMORI DELLA TIROIDE


Minerva Chirurgica 2010 February;65(1):59-69

lingua: Inglese

Approccio “multi-target” nel trattamento del cancro della tiroide

Zarebczan B., Chen H.

Endocrine Surgery Research Laboratories, Department of Surgery, University of Wisconsin, WI, USA


PDF  


Il cancro della tiroide rappresenta la neoplasia maligna più frequente del sistema endocrino. Vi sono diverse varianti, dai carcinomi ben differenziati, come i carcinomi papillari, agli isotipi scarsamente differenziati, caratterizzati da una prognosi peggiore. Numerosi pazienti affetti da carcinoma ben differenziato della tiroide vengono trattati con intento curativo con il solo intervento chirurgico, mentre altri necessitano di un trattamento adiuvante. Per quei pazienti affetti da neoplasie più aggressive, come i carcinomi della tiroide metastatici o anaplastici, la chirurgia raramente offre un trattamento curativo definitivo e trattamenti alternativi come la chemioterapia non migliorano la sopravvivenza. A causa della difficoltà nel trattamento dei carcinomi aggressivi della tiroide è necessario lo sviluppo di nuove terapie. In questo articolo, gli autori propongono una revisione delle attuali strategie di trattamento dei diversi istotipi di carcinoma della tiroide. Gli autori, inoltre, presentano molti dei percorsi genetici attualmente in studio e di nuovi target farmacologici nel trattamento delle neoplasie maligne della tiroide.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

chen@surgery.wisc.edu