Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2009 August;64(4) > Minerva Chirurgica 2009 August;64(4):395-406

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  BEST OF LAPAROSCOPY, ENDOSCOPY AND MINIMALLY INVASIVE SURGERY


Minerva Chirurgica 2009 August;64(4):395-406

lingua: Italiano

Duodenocefalopancreatectomia per adenocarcinoma della testa del pancreas e della papilla di Vater

Stipa F. 1, Alessandroni L. 2, Cimitan A. 1, Burza A. 1, Cavallotti C. 3, Cavallini M. 3, Tersigni R. 2, Ziparo V. 3

1 Dipartimento di Scienze Chirurgiche Azienda Ospedaliera S.Giovanni-Addolorata-Britannico, Roma, Italia
2 Dipartimento di Chirurgia Generale e Specialistica Azienda Ospedaliera S.Camillo-Forlanini Roma, Italia
3 Dipartimento di Chirurgia II Facoltà di Medicina e Chirurgia Università La Sapienza, Roma, Italia


PDF  


Obiettivo. Questo lavoro presenta un’esperienza consecutiva su adenocarcinoma (ADC) della testa del pancreas e della papilla di Vater con revisione della letteratura attuale sull’argomento.
Metodi. Centosettanta pazienti sottoposti a duodenocefalopancreasectomia per ADC (131 nella testa del pancreas e 39 nella papilla di Vater) nel periodo 1972-2005. In 81 pazienti (47,7%) è stato resecato lo stomaco e in 89 (52,3%) è stato conservato il piloro. Il follow-up è stato completato in tutti i pazienti.
Risultati. La morbilità postoperatoria è stata del 38,8% (66 pazienti) con una incidenza di fistole pancreatiche del 22,9% (39 pazienti). La mortalità postoperatoria è stata del 9,4% (16 pazienti), ma negli ultimi 10 anni è stata del 4,1% (4/97 pazienti). La sopravvivenza a 5 anni è stata, per gli ADC del pancreas, del 75% nello stadio IA, del 43,9% nello stadio IB e IIA, del 3,2% nello stadio IIB. Per gli ADC della papilla di Vater, a parità di stadio, la sequenza è stata del 54,4%, 51,4%, 0% e 37,5%. Nessun paziente al III stadio è sopravvissuto in entrambi i gruppi.
Conclusioni. Lo studio dei pazienti comprende la laparoscopia esplorativa con esame citologico del liquido di lavaggio peritoneale. Nel paziente itterico il drenaggio biliare preoperatorio è solo raramente indicato. La tecnica chirurgica prevede l’anastomosi diretta del dotto di Wirsung con il digiuno e il controllo della linea di sezione del pancreas. Non è utile la linfadenectomia estesa oltre le stazioni vicine al pancreas; il mantenimento del piloro non ha alcuna controindicazione; il drenaggio del Wirsung non è necessario. Questa chirurgia dovrebbe essere eseguita in Centri con notevole esperienza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail