Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2009 April;64(2) > Minerva Chirurgica 2009 April;64(2):205-10

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  FREEfree


Minerva Chirurgica 2009 April;64(2):205-10

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Colecistectomia videolaparoscopica a ultrasuoni: evoluzione di una metodica rivoluzionaria

Faccini M., Martellosio V., Marzo V., Viezzoli A., Gatti V., Abbiati F., Fossati G. S.

Ospedale Unificato di Broni-Stradella


FULL TEXT  


Obiettivo. Il presente studio prospettico, durato circa sei mesi, dall’inizio di marzo alla fine di agosto 2008, ha coinvolto 60 pazienti affetti da calcolosi sintomatica della colecisti.
Metodi. I pazienti sono stati operati per via laparoscopica: 30 con strumentazione tradizionale, 30 con forbici multifunzione ad ultrasuoni.
Risultati. I numerosi vantaggi per il paziente e per il chirurgo si sono resi immediatamente evidenti; dal punto di vista economico, inoltre, la procedura è risultata vantaggiosa rispetto a quella abituale con l’impiego esclusivo di materiale monouso. Si è avuto il riscontro di una minore traumaticità sui tessuti e di una minore incidenza di complicanze a breve termine, quali il reintervento per difettosa chiusura del dotto cistico o dell’arteria cistica. Non è mai stato necessario l’utilizzo di clip emostatiche a permanenza. L’impiego di un solo strumento per la presa, la sezione e la chiusura dei vasi ematici e biliari ci ha permesso un’azione chirurgica più rapida, sicura e precisa, in assenza di produzione di fumo.
Conclusioni. Nella patologia litiasica della colecisti, la videolaparoscopia per l’intervento di colecistectomia è attualmente considerata la prima scelta. Tale metodica consente al chirurgo di rispettare al massimo l’integrità fisica e psichica della persona. All’alba del terzo millennio, l’innovazione tecnologica è in grado di apportare un significativo miglioramento a questa procedura chirurgica. Il dissettore a ultrasuoni Ultracision® rappresenta l’emblema dello sviluppo e del costante progresso.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail