Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2008 December;63(6) > Minerva Chirurgica 2008 December;63(6):475-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2008 December;63(6):475-9

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Metodica toracoscopica “one window plus puncture” per lo pneumotorace spontaneo

Iwazaki M., Inoue H.

Division of General Thoracic Surgery Department of Surgery Tokai University School of Medicine, Isehara Kanagawa, Japan


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo di questo articolo è di presentare una nuova metodica di trattamento dello pneumotorace spontaneo, la metodica “one window plus puncture” (1WP), nella quale si impiega un sottile endoscopio.
Metodi. Con il paziente in decubito laterale e in condizione di ventilazione di un solo polmone, è stata creata una finestra di lavoro sulla superficie ventrale. Un introduttore è stato inserito sulla superficie dorsale, e l’intervento di drenaggio dello pneumotorace spontaneo è stato condotto sotto la visione diretta di un sottile endoscopio, di 2 o 3 mm di diametro.
Risultati. Questo studio ha arruolato 540 pazienti, nei quali è stato condotto un intervento chirurgico toracoscopico per il trattamento di uno pneumotorace spontaneo, nel periodo di tempo compreso tra il 1955 e il 2004. I pazienti sono stati suddivisi in due gruppi: il primo gruppo era costituito da 324 pazienti (gruppo TWM) nei quali l’intervento chirurgico era stato condotto con la metodica “a due finestre” (TWM), mentre il secondo gruppo era costituito da 216 pazienti (gruppo 1WP) sottoposto ad intervento chirurgico con la metodica “one window plus puncture” (1WP), impiegando un sottile endoscopio. Dopo l’intervento chirurgico, i due gruppi sono stati confrontati. Nel gruppo TWM vi erano 282 maschi e 42 femmine, e l’età media dei pazienti era di 32±14,5 anni (range: 15-76 anni). Il gruppo 1WP era costituito da 202 maschi e 14 femmine, e l’età media dei pazienti era di 21,6±6,1 anni (range: 15-48 anni). L’intervallo di tempo medio tra il ricovero in ospedale e l’intervento chirurgico è stato di 1,5±2,8 giorni nel gruppo TWM e 0,9±1,5 giorni nel gruppo 1WP. L’intervallo di tempo medio tra l’intervento chirurgico e la dimissione ospedaliera è stato di 3,3±2,5 giorni nel gruppo TWM e di 2,3±0,7 giorni nel gruppo 1WP. Vi è stata una recidiva postoperatoria in 13 (4%) pazienti del gruppo TWM, e un reintervento è stato effettuato in 8 di questi; e vi è stata una recidiva in 7 (3,2%) dei pazienti nel gruppo 1WP, che sono stati sottoposti a reintervento chirurgico. La chirurgia toracoscopica impiegando un sottile endoscopio è risultata superiore dal punto di vista estetico, con una minor invasività chirurgica e i pazienti hanno ripreso le loro attività quotidiane più precocemente.
Conclusioni. Un intervento chirurgico toracoscopico eseguito in modo “aggressivo” per drenare lo pneumotorace spontaneo ha permesso ai pazienti di tornare alle proprie attività quotidiane più precocemente. Poiché la chirurgia toracoscopica con la metodica 1WP elimina il tramite d’accesso sulla superficie dorsale, impiegato nel TWM, e utilizza solo un foro di 2 o 3 mm di diametro, è una procedura più estetica, simile all’inserimento di un drenaggio pleurico senza effettuare un intervento chirurgico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail