Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2008 Ottobre;63(5) > Minerva Chirurgica 2008 Ottobre;63(5):401-12

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2008 Ottobre;63(5):401-12

lingua: Inglese

Microchirurgia endoscopica transanale

Turner J., Saclarides T. J.

Department of General Surgery Rush University Medical Center, Chicago, IL, USA


PDF  ESTRATTI


La transanal endoscopic microsurgery (TEM) è una tecnica che può essere impiegata nel trattamento nelle neoplasie del retto in fase iniziale. Questa tecnica prevede l’impiego di anidride carbonica insufflata nel retto attraverso un rettoscopio del diametro di 40 mm, al fine di determinare una miglior visualizzazione del campo operatorio. La TEM è stata esaltata per il suo facile accesso a neoplasie del retto medio e del terzo superiore. Comunque, uno dei limiti della TEM consiste nell’impossibilità di valutare un eventuale coinvolgimento dei linfonodi locoregionali, non permettendo una corretta linfadenectomia. Pertanto, è fondamentale un’adeguata valutazione preoperatoria prima di porre l’indicazione ad intervento chirurgico di TEM con intento curativo. La TEM può essere impiegata per rimuovere virtualmente qualsiasi lesione benigna del retto. Inoltre, sono stati pubblicati in Letteratura numerosi studi che hanno dimostrato la sicurezza ed efficacia della TEM nel trattamento dei carcinomi T1 e il suo ruolo nel trattamento dei carcinomi T2 e T3, in combinazione con radio- e chemioterapia. La TEM è gravata da minor tassi di recidiva, una minor degenza postoperatoria, e minori percentuali di complicanze rispetto ad altre tecniche di escissione locale e rispetto agli interventi chirurgici radicali. La TEM è in continua evoluzione, con una sempre maggior accettazione da parte di molti chirurghi, che ne imparano la tecnica.

inizio pagina