Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2008 Ottobre;63(5) > Minerva Chirurgica 2008 Ottobre;63(5):341-55

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2008 Ottobre;63(5):341-55

lingua: Italiano

Le fistole anali: esperienza su 1 800 pazienti operati

Giordano M., Estienne G.

Servizio Autonomo di Proctologia Chirurgica Casa di Cura Villa Igea Acqui Terme (Alessandria)


PDF  


Obiettivo. Gli autori, in considerazione della lunga esperienza maturata in 25 anni di professione in una struttura specialistica dedicata alla chirurgia proctologica e relativa al trattamento di 1 800 pazienti affetti da fistola anale, rivisitano il problema di questa patologia inquadrandola dal punto di vista etiopatogenetico, classificativo, diagnostico e terapeutico.
Metodi. Il trattamento chirurgico praticato è stato quello della Scuola francese di Arnous, metodica che prevede la sezione sfinterica lenta mediante costrizione elastica, eventualmente frazionando i tempi operatori.
Risultati. I risultati sono stati ottimi, con il 99,5% di guarigioni complete e scarsi insuccessi o complicanze: 0,3% di guarigione incompleta, 0,2% di recidiva, 2,6% di soiling, 1,4% di incontinenza transitoria ai gas.
Conclusioni. Inquadrare correttamente il tipo di fistola, adottare una tecnica chirurgica ineccepibile, seguire assiduamente e minuziosamente il lungo decorso postoperatorio delle ferite chirurgiche, sono i presupposti fondamentali per ottenere la guarigione del paziente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail