Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2008 April;63(2) > Minerva Chirurgica 2008 April;63(2):169-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2008 April;63(2):169-74

lingua: Inglese

Un raro caso di ernia di Amyand. Caso clinico e revisione della letteratura

Nigri G., Costa G., Valabrega S., Aurello P., D’Angelo F., Bellagamba R., Lauro A., Ramacciato G.

Divisione di Chirurgia Generale II Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Sant’Andrea Università di Roma La Sapienza II, Roma


PDF  


L’ernia di Amyand è una rara condizione in cui l’appendice viene rinvenuta nel sacco di un’ernia inguinale. È una patologia che si verifica solo nell’1% delle ernie inguinali dell’adulto sottoposte a riparazione. Nello 0,13% dei casi tale appendice risulta poi essere sede di infiammazione. La sua sintomatologia è spesso non specifica e difficile da diagnosticare, è spesso confusa con un’ernia inguinale strozzata, e può presentarsi come emergenza chirurgica. È bene sospettarne la presenza in ogni caso di ernia inguinale strozzata. Il quadro clinico dipende fondamentalmente dal grado di infiammazione presente nel sacco erniario e dalla contaminazione batterica della cavità peritoneale. Gli autori riportano il caso di una paziente di sesso femminile di 82 anni, giunta alla loro osservazione con una sintomatologia caratterizzata da occlusione intestinale associata alla presenza di una tumefazione in regione inguinale destra. La paziente è stata sottoposta a intervento chirurgico durante il quale è stata riscontrata la presenza, nello stesso sacco erniario, di un’appendicite acuta e di un’ansa ileale necrotica. È stata pertanto eseguita un’appendicectomia, con resezione dell’ansa ileale e riparazione della parete addominale senza protesi. Il decorso postoperatorio della paziente è stato regolare e la paziente è stata dimessa nella X giornata postoperatoria. Il trattamento dell’ernia di Amyand varia a seconda dello stato flogistico dell’appendice, andando dalla semplice riparazione con protesi all’appendicectomia con eventuale resezione intestinale, associata a una riparazione della breccia erniaria senza protesi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail