Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2008 Febbraio;63(1) > Minerva Chirurgica 2008 Febbraio;63(1):23-7

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

 

Minerva Chirurgica 2008 Febbraio;63(1):23-7

 ARTICOLI ORIGINALI

Trattamento chirurgico dell’empiema allo stadio III: effetti sulla funzione respiratoria

Grotenhuis B. A. 1, Janssen P. J. H. 2, Eerenberg J. P. 1

1 Department of Surgery Hilversum Hospital; Hilversum, The Netherlands
2 Department of Respiratory Medicine Hilversum Hospital, Hilversum, The Netherlands

Obiettivo. L’obiettivo di questo studio era di valutare il trattamento chirurgico dell’empiema allo stadio III.
Metodi. Tra il 2002 e 2005, 30 pazienti sono stati sottoposti a trattamento chirurgico di empiema allo stadio III diagnosticato preoperatoriamente. I pazienti sono stati sottoposti preoperatoriamente a spirometria per valutare la funzione respiratoria.
Risultati. Ventinove pazienti sono stati sottoposti a toracotomia primaria per un vasto empiema allo stadio III, 1 paziente è stato sottoposto a toracoscopia video-assistita (VATS). L’età media era di 62 anni. Il periodo medio tra l’insorgenza dei sintomi e il ricovero ospedaliero è stato di 29 giorni e l’intervallo medio tra l’ammissione in ospedale e l’intervento chirurgico è stato di 11 giorni. Si è verificata una complicanza intraoperatoria in un paziente (3%), nel quale è stata diagnosticata la lesione di un nervo frenico. Il tasso di mortalità complessivo è stato del 3%. La spirometria postoperatoria è stata effettuata in 17 pazienti, con una capacità vitale normale nel 59% dei pazienti.
Conclusioni. La decorticazione tramite toracotomia primaria nella nostra popolazione di pazienti con empiema allo stadio III ha ripristinato la completa espansione del polmone; gli autori, pertanto, concludono affermando che la capacità vitale è ritornata ai valori normali, come dimostrato dai risultati della spirometria nel postoperatorio. Il precoce accesso al dipartimento di patologie respiratorie in caso di polmoniti non rispondenti alla terapia medica e una precoce consulenza chirurgica in caso di effusione parapneumonica, prevengono la progressione verso un vasto empiema organizzato allo stadio III che richiede la decorticazione per via toracotomica.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina