Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2008 February;63(1) > Minerva Chirurgica 2008 February;63(1):23-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2008 February;63(1):23-7

lingua: Inglese

Trattamento chirurgico dell’empiema allo stadio III: effetti sulla funzione respiratoria

Grotenhuis B. A. 1, Janssen P. J. H. 2, Eerenberg J. P. 1

1 Department of Surgery Hilversum Hospital; Hilversum, The Netherlands
2 Department of Respiratory Medicine Hilversum Hospital, Hilversum, The Netherlands


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo di questo studio era di valutare il trattamento chirurgico dell’empiema allo stadio III.
Metodi. Tra il 2002 e 2005, 30 pazienti sono stati sottoposti a trattamento chirurgico di empiema allo stadio III diagnosticato preoperatoriamente. I pazienti sono stati sottoposti preoperatoriamente a spirometria per valutare la funzione respiratoria.
Risultati. Ventinove pazienti sono stati sottoposti a toracotomia primaria per un vasto empiema allo stadio III, 1 paziente è stato sottoposto a toracoscopia video-assistita (VATS). L’età media era di 62 anni. Il periodo medio tra l’insorgenza dei sintomi e il ricovero ospedaliero è stato di 29 giorni e l’intervallo medio tra l’ammissione in ospedale e l’intervento chirurgico è stato di 11 giorni. Si è verificata una complicanza intraoperatoria in un paziente (3%), nel quale è stata diagnosticata la lesione di un nervo frenico. Il tasso di mortalità complessivo è stato del 3%. La spirometria postoperatoria è stata effettuata in 17 pazienti, con una capacità vitale normale nel 59% dei pazienti.
Conclusioni. La decorticazione tramite toracotomia primaria nella nostra popolazione di pazienti con empiema allo stadio III ha ripristinato la completa espansione del polmone; gli autori, pertanto, concludono affermando che la capacità vitale è ritornata ai valori normali, come dimostrato dai risultati della spirometria nel postoperatorio. Il precoce accesso al dipartimento di patologie respiratorie in caso di polmoniti non rispondenti alla terapia medica e una precoce consulenza chirurgica in caso di effusione parapneumonica, prevengono la progressione verso un vasto empiema organizzato allo stadio III che richiede la decorticazione per via toracotomica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail