Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2007 October;62(5) > Minerva Chirurgica 2007 October;62(5):327-33

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2007 October;62(5):327-33

Tiroidectomia minimamente invasiva: uno standard di riferimento emergente

Terris D. J.

Department of Otolaryngology Head and Neck Surgery Medical College of Georgia, Augusta, GA, USA


PDF  


Virtualmente tutte le discipline chirurgiche offrono al momento diverse versioni di tecniche chirurgiche minimamente invasive. Tuttavia permangono problematiche relative alla insufflazione di gas nella testa e nel collo. All’Università di Pisa, Miccoli e il suo gruppo sono responsabili dello sviluppo di un approccio chirurgico basato sulla tecnologia endoscopica ed ecografica, che rappresenta la tecnica applicata più ampiamente dai chirurghi minimamente invasivi in tutto il mondo. Le tecniche chirurgiche video-assistite per gli interventi sulla tiroide sono emerse come il compromesso più fattibile tra l’intervento a cielo aperto e quello minimamente invasivo. Oltre all’applicazione della tecnologia, la moderna chirurgia tiroidea è caratterizzata da diverse differenze rispetto a quella tradizionale, quali valutazione della sede chirurgica ottimale del paziente, assenza di estensione del collo o minima estensione, ricorso infrequente al drenaggio e chirurgia ambulatoriale. Abbiamo sottolineato il concetto di personalizzare la procedura al paziente e alle caratteristiche della sua malattia piuttosto che il contrario. Di conseguenza, può essere utile uno spettro di tecniche chirurgiche, particolarmente per i chirurghi tiroidei minimamente invasivi con poca esperienza. Contemporaneamente, è stata raccomandata una stadiazione della tiroidectomia minimamente invasiva per consentire di uniformare la valutazione dei decorsi nella popolazione dei pazienti e per consentire una base logica per determinare l’elegibilità dei pazienti. Con una popolazione sempre più attenta, che ha virtualmente accesso illimitato alle informazioni mediche, i moderni chirurghi tiroidei saranno sempre più spronati a cercare tecniche chirurgiche migliori che garantiscano decorsi migliori. Guardando avanti, sembrerebbe inevitabile che i continui progressi tecnologici aiuteranno i chirurghi ad eseguire interventi meno invasivi, più sicuri e più facilmente eseguibili.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail