Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2007 February;62(1) > Minerva Chirurgica 2007 February;62(1):47-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2007 February;62(1):47-9

lingua: Inglese

Fistola colecistoduodenale in paziente nonagenaria. Ruolo della laparatomia nell’era della laparoscopia. Caso clinico

Di Carlo I., Toro A., Sparatore F., Primo S.

Department of Surgical Sciences Organ Transplantation and Advanced Technologies, Cannizzaro Hospital University of Catania, Catania, Italy


PDF  


La fistola colecistoduodenale è una complicanza rara della litiasi biliare, dovuta a un tramite attraverso il quale si ha il passaggio di bile e/o calcoli dalla colecisti al duodeno.
L’incidenza di questa patologia, nei pazienti affetti da colelitiasi, è compresa tra lo 0,5% e il 3%. I pazienti sono spesso asintomatici e ciò rende difficile la diagnosi che spesso viene posta occasionalmente in corso di interventi chirurgici.
Il trattamento di scelta per questi pazienti è la laparoscopia; tuttavia, viene di seguito riportato il caso di una paziente nonagenaria, in cui la diagnosi intraoperatoria di fistola colecistoduodenale, associata alle tenaci aderenze tra la colecisti e il duodeno, ha imposto la conversione in laparotomia della procedura chirurgica laparoscopica al fine di completare l’intervento nel minor tempo possibile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail