Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2007 February;62(1) > Minerva Chirurgica 2007 February;62(1):25-31

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2007 February;62(1):25-31

lingua: Italiano

La tubercolosi addominale: aspetti clinico-diagnostici e ruolo della chirurgia

Leone V., Misuri D., Fazio C., Cardini S.

U.O. di Chirurgia Generale Ospedale S. Maria Nuova - ASL 10, Firenze


PDF  


Obiettivo. Oggi l’incidenza della tubercolosi è da considerarsi in aumento in alcuni gruppi di pazienti (immigrati da Paesi in via di sviluppo, affetti da infezione da HIV, in terapia con immunodepressivi) e per lo sviluppo di farmacoresistenza. La tubercolosi addominale si presenta con un quadro clinico, laboratoristico e strumentale non caratteristico e la chirurgia riveste un ruolo fondamentale, dato che, nel 25-75% dei casi, tali pazienti vengono sottoposti a intervento.
Materiali. Sei pazienti, 4 di sesso maschile e 2 di sesso femminile (età 23-62 anni) sono stati sottoposti a laparotomia o laparoscopia. Cinque pazienti provenivano da Paesi extraeuropei, uno era italiano. L’indicazione all’intervento era dovuta a: occlusione intestinale in 3 pazienti; perforazione ileale in 1 paziente; peritonite in 2 pazienti.
Risultati. I sintomi clinici più frequenti erano iperpiressia, calo ponderale, anemia iposideremica, ascite. La radiografia del torace era negativa in tutti i pazienti. La ricerca batterioscopica nell’escreato e nel liquido ascitico è risultata negativa in tutti i pazienti, mentre l’esame colturale dell’escreato era positivo in 1 paziente e quello del liquido ascitico in 3. In tutti i pazienti l’esame istopatologico ha dimostrato la presenza di lesioni tubercolari.
Conclusioni. L’indicazione all’intervento è posta o a scopo diagnostico o per la presenza di complicanze. La laparoscopia rappresenta il gold standard nell’approccio a scopo diagnostico, consentendo un’esplorazione completa e diretta della cavità addominale e il prelievo bioptico e di liquido ascitico per la ricerca del micobatterio. Infatti la tubercolosi addominale è una malattia paucibacillare, per cui raramente si riesce a dimostrare la presenza diretta del micobatterio, mentre oggi, sfruttando le metodiche di amplificazione del genoma, è possibile la dimostrazione della sequenza del DNA cromosomiale del M. tuberculosis da piccoli frammenti di materiale bioptico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail