Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2006 Dicembre;61(6) > Minerva Chirurgica 2006 Dicembre;61(6):537-40

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2006 Dicembre;61(6):537-40

lingua: Inglese

GIST gigante del mesocolon: report di un caso

Paparelli C. 1, Cavallaro G. 1, Basso L. 1, Polistena A. 1, Mingazzini P. L. 2, De Toma G. 1

1 Department of Surgery, “P. Valdoni” Policlinico Umberto I University “La Sapienza”, Rome
2 Department of Experimental Medicine and Pathology, University “La Sapienza”, Rome


PDF  ESTRATTI


I tumori stromali gastrointestinali sono neoplasie rare che derivano dalle cellule mesenchimali del tratto gastrointestinale, che sovraesprimono un recettore tirosin-chinasi di classe III, chiamato KIT, a causa di alcune mutazioni nel proto-oncogene KIT. Due terzi dei GISTs sono diagnosticati nello stomaco, dal 20% al 50% nel piccolo intestino (un terzo nel duodeno), e dal 5% al 15% nel colon e nel retto; i GISTs, comunque, possono essere raramente diagnosticati nell’esofago, omento, mesentere o nel retroperitoneo.
Il loro trattamento è strettamente chirurgico e solo la resezione R0 può ottenere buoni risultati. Il trattamento con Imatinib sembra essere promettente in casi di GIST non resecabili o metastatici, anche se alcuni trials stanno valutando i suoi effetti dopo resezione curativa. I GIST del mesocolon sono rari, e come nelle altre localizzazioni, richiedono un trattamento chirurgico esteso. Gli Autori riportano un caso di GIST gigante maligno a partenza dal mesocolon trasverso, trattato con resezione en-bloc del tumore con un tratto di colon trasverso e del grande omento.

inizio pagina