Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2006 August;61(4) > Minerva Chirurgica 2006 August;61(4):283-92

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2006 August;61(4):283-92

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Laparoscopia vs approccio aperto in chirurgia colorettale: morbidità postoperatoria in un trial randomizzato monocentrico

Frasson M. 1, Braga M. 1, Vignali A. 1, Zuliani W. 1, Gruarin P. 2, Dellabona P. 2, Di Carlo V. 1

1 Dipartimento di Chirurgia Università Vita e Salute San Raffaele, Milano 2 Programma di Immunoterapia e Terapia Genetica dei Tumori Istituto Scientifico San Raffaele, Milano


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo primario di questo studio é confrontare l’impatto della chirurgia laparoscopica (LPS) colorettale con quello della chirurgia aperta sulla morbilità postoperatoria. Obiettivi secondari sono la valutazione della risposta immunitaria e della tensione d’ossigeno nella parete intestinale.
Metodi. Seicentodieci pazienti affetti da patologia colorettale sono stati assegnati in modo randomizzato all’esecuzione di resezione colorettale LPS (n=306) o a cielo aperto (LPT) (n=304). Quattro membri dello staff chirurgico, non coinvolti nello studio, hanno registrato le complicanze postoperatorie sino a 30 giorni dall’intervento. Come indicatore immunitario é stata valutata la proliferazione linfocitaria dopo stimolo con Candida albicans e fitoemoagglutinina prima, dopo 3 e 15 giorni dall’intervento. La tensione d’ossigeno nella parete colica é stata monitorata continuativamente durante e dopo l’intervento attraverso l’utilizzo di una microsonda.
Risultati. Nel gruppo LPS il tasso di conversione é risultato del 4,6%. La morbidità totale é stata del 18,6% nel gruppo LPS e 34,5% nel gruppo LPT (P<0,0005). Nel gruppo LPS il 9,1% dei pazienti ha avuto complicanze infettive, mentre nel gruppo LPT l’incidenza di infezioni é risultata del 20,2% (P<0,0005). La durata media della degenza ospedaliera é risultata di 9,7±2,6 giorni nel gruppo LPS e di 12,2±4,2 giorni nel gruppo LPT (P<0,0001). In entrambi i gruppi, la proliferazione linfocitaria é risultata ridotta 3 giorni dopo l’intervento. Quindici giorni dopo l’intervento, però, l’indice di proliferazione é rientrato nei limiti di norma soltanto nel gruppo LPS. I valori intraoperatori di tensione d’ossigeno della parete colica sono risultati superiori nei pazienti sottoposti a chirurgia laparoscopica.
Conclusioni. La chirurgia colorettale laparoscopica ha ridotto la morbidità e la degenza postoperatoria. La proliferazione linfocitaria e la tensione d’ossigeno sono entrambe risultate superiori nel gruppo di pazienti sottoposti a chirurgia laparoscopica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail