Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2006 Giugno;61(3) > Minerva Chirurgica 2006 Giugno;61(3):205-13

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2006 Giugno;61(3):205-13

lingua: Italiano

Diversione biliopancreatica. Tecnica laparoscopica e laparotomica a confronto

Stefanoni M., Casciola L., Ceccarelli G., Spaziani A., Conti D., Bartoli A., Di Zitti L., Bellochi R., Valeri R.

Unità Operativa di Chirurgia Vascolare Mininvasiva e Robotica Ospedale S. Matteo degli Infermi Spoleto (PG)


PDF  


Obiettivo. L’obesità patologica ha visto aumentare la sua incidenza nella popolazione, sopratutto nell’ultimo ventennio in associazione all’incremento della ricchezza dei Paesi industrializzati. La chirurgia bariatrica si è ritagliata un ruolo sempre più importante nel trattamento di questo gruppo di malati. L’obiettivo di questo studio, dopo circa 10 anni di esperienza di diversione biliopancreatica (DBP), è paragonare i risultati della tecnica open e laparoscopica.
Metodi. Dal marzo 1993 al dicembre 2004 sono stati eseguiti 150 interventi di DBP. La nostra esperienza si divide in 2 gruppi di pazienti operati, rispettivamente, con tecnica open e tecnica laparoscopica. I 2 gruppi sono stati paragonati in termini di tempo operatorio, ripresa della canalizzazione, dolore postoperatorio, durata della degenza, complicanze maggiori, mortalità, complicanze tardive, incidenza di ernia incisionale, ulcera anastomotica.
Risultati. Significativa è stata la riduzione del dolore postoperatorio e del tempo di ricanalizzazione nel gruppo laparoscopico. L’incidenza delle complicanze di parete è significativamente ridotta nel gruppo laparoscopico, in particolare per quanto riguarda le infezioni di ferita e i laparoceli. Il tempo operatorio è leggermente superiore nel gruppo laparoscopico, soprattutto a causa della difficile curva di apprendimento.
Conclusioni. La dbp laparoscopica è fattibile, sicura e consente ottimi risultati: ridotto discomfort postoperatorio, rapida ricanalizzazione, tempo di degenza potenzialmente ridotto e minore incidenza di complicanze a distanza (laparoceli). Tuttavia, la procedura può risultare estremamente difficoltosa per la tecnica legata all’intervento e, quindi, essa richiede alta esperienza in chirurgia laparoscopica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail