Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2006 April;61(2) > Minerva Chirurgica 2006 April;61(2):103-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2006 April;61(2):103-12

lingua: Italiano

Gli empiemi pleurici: considerazioni sull’esperienza della Divisione di Chirurgia Toracica di Monza e proposta di un protocollo terapeutico

Sciuchetti J. F., Corti F., Ballabio D.

1 Divisione di Chirurgia Toracica Dipartimento di Chirurgia Cardiotoracica A. O. San Gerardo, Monza
2 Divisione di Cardiochirurgia Dipartimento di Chirurgia Cardiaca e Toracica A. O. San Gerardo, Monza


PDF  


Obiettivo. Un trattamento ottimale dell’empiema toracico dipende dalla sua fase di sviluppo. Una scarsa effusione essudatizia può essere adeguatamente controllata con la toracentesi o con un semplice drenaggio toracico associato ad antibiotici. All’estremo opposto ci sono gli empiemi cronici ben organizzati che vengono meglio trattati con la toracotomia e la decorticazione. Nel mezzo di questi due estremi ci sono le forme empiematiche fibrino-purulente per le quali esistono molte controversie tra pneumologi e chirurghi toracici circa l’effettivo trattamento. Gli autori presentano la loro esperienza circa il trattamento dell’empiema pleurico.
Metodi. Questo studio retrospettivo riesamina l’esperienza della Divisione di Chirurgia Toracica di Monza dal 1982 al 2004 nel trattamento dell’empiema toracico e cerca di formulare delle proprie linee guida nella gestione delle forme fibrino-purulente. Nella nostra esperienza abbiamo usato una personale tecnica di drenaggio toracico che consiste in un lavaggio continuo della cavità pleurica associato a fibrinolitico intrapleurico se necessario.
Risultati. Dal 1994 abbiamo iniziato ad usare la pressione alveolare positiva contiua per correggere l’espansione polmonare e migliorare i risultati.
Conclusioni. Articoli recenti in letteratura medica e chirurgica hanno suggerito che gli empiemi possono essere gestiti in maniera efficace con trattamenti meno aggressivi rispetto a quelli utilizzati nel passato. Nonostante il recente sviluppo di tecniche chirurgiche mini-invasive per il trattamento degli empiemi fibrino-purulenti, noi crediamo che il primo approccio dovrebbe sempre essere conservativo. I fibrinolitici intrapleurici sembrano migliorare l’efficacia del drenaggio chiuso toracotomico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail