Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2006 February;61(1) > Minerva Chirurgica 2006 February;61(1):51-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2006 February;61(1):51-6

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Iperparatiroidismo primario da adenoma paratiroideo: drammatica evoluzione clinica e soluzione chirurgica in un caso di diagnosi tardiva

Colognesi A., de Tullio D., Messina F., Ferrocci G., Stano R., Azzena G.

Department of Surgical, Anesthesiological and Radiological Sciences Surgical Clinic Institute University of Ferrara, Ferrara, Italy


PDF  


L’iperparatiroidismo primario è una condizione clinica correlata ad una eccessiva e non regolata secrezione di ormone paratiroideo (PTH) dalle paratiroidi, responsabile di un alterato metabolismo del calcio e del fosforo. Gli adenomi paratiroidei costituiscono la principale causa di iperparatiroidismo primario (80-85%).
Presentiamo un caso di adenoma paratiroideo osservato in un paziente di 47 anni ricoverato presso il Dipartimento di Medicina d’Urgenza del nostro ospedale con diagnosi di crisi ipertensive, cefalea e vomito, ed una storia clinica caratterizzata da episodi ricorrenti di coliche renali e dolore addominale acuto. Gli esami di laboratorio mostravano severa ipercalcemia e progressivo peggioramento della funzionalità renale. L’insorgenza di una grave sintomatologia neurologica con stupore, disorientamento, insufficienza respiratoria acuta e letargia costrinse i colleghi presso l’unità di Terapia Intensiva. Una ecografia del collo mostrava un’area ipoecogena al di sotto del polo tiroideo inferiore destro. Il sospetto di un iperparatiroidismo primario correlato ad un singolo adenoma della paratiroide suggeriva un approccio chirurgico. Venne effettuata una paratiroidectomia inferiore destra selettiva. Il nostro approccio chirurgico venne confermato dalla comparazione dei lavori di iPTH pre (2080 pg/ml) e post intervento (101 pg/ml), con range di 12-65 pg/ml. L’esame istologico dimostrò un adenoma paratiroideo con ampie aree emorragiche. Tre giorni dopo l’intervento era in buone condizioni generali. Pazienti affetti da iperparatiroidismo primario incontrano spesso ritardi diagnostici legati a problemi di diagnostica differenziale. Il trattamento chirurgico resta la migliore tra le opzioni possibili.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail