Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2005 June;60(3) > Minerva Chirurgica 2005 June;60(3):185-90

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2005 June;60(3):185-90

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Metastasi epatiche sincrone da carcinoma colo-rettale in pazienti con cirrosi epatica o steatosi

Iascone C., Ruperto M., Barillari P.


PDF  


Obiettivo. Pochi studi documentano l¹incidenza di metastasi epatiche da carcinoma colo-rettale in pazienti con epatopatia cronica. Pertanto ci siamo riproposti di valutare l¹incidenza di metastasi epatiche sincrone da carcinoma del colon-retto in pazienti con steatosi o cirrosi epatica.
Metodi. Le caratteristiche cliniche ed anatomopatologiche di 171 pazienti con cirrosi epatica e 33 con steatosi operati per cancro del colon-retto sono stati confrontate con quelle di 543 pazienti non epatopatici operati per carcinoma del colon-retto. La distribuzione in funzione del sesso, la tipologia degli interventi chirurgici eseguiti ed il grado di differenziazione della neoplasia primitiva erano simili nei pazienti con o senza danno epatico.
Risultati. Mentre la distribuzione dei pazienti negli stadi I e III non differiva in funzione della presenza o meno del danno epatico, l¹incidenza di tumori allo stadio II era maggiore e quella allo stadio IV significativamente minore (P<0,001) nei pazienti con cirrosi epatica. In questi pazienti, inoltre, l¹incidenza di metastasi linfatiche loco-regionali era significativamente minore rispetto ai pazienti con steatosi o non epatopatici (P<0,001 e P<0,02 rispettivamente). Al momento dell¹intervento chirurgico, metastasi epatiche sincrone erano presenti nel 32% dei pazienti non epatopatici, nel 15% dei pazienti con steatosi (P<0,02) e nel 4,7% dei pazienti con cirrosi (P<0,001), mentre l¹incidenza delle localizzazioni extraepatiche era simile in tutti i gruppi di pazienti.
Conclusioni. In pazienti con cirrosi o steatosi epatica, l¹incidenza di metastasi epatiche sincrone da carcinoma del colon-retto è significativamente minore rispetto a pazienti non epatopatici, suggerendo che il meccanismo di controllo sullo sviluppo delle metastasi sia correlato a fattori locali specifici di tipo anatomico e/o immunitario indotti dal danno epatico cronico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail