Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2004 Giugno;59(3) > Minerva Chirurgica 2004 Giugno;59(3):301-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

 

Minerva Chirurgica 2004 Giugno;59(3):301-6

 CASI CLINICI

Laparoscopic treatment of post-hysterectomy colovaginal fistula in diverticular disease. Case report

Finco C., Sarzo G., Parise P., Savastano S., De Lazzari F., Polato F., Merigliano S.

La diverticolosi del colon rappresenta una tipica affezione del mondo occidentale, tuttavia può presentarsi già al 1° episodio infiammatorio con complicanze potenzialmente fatali. L'evoluzione della malattia pone, in genere, difficoltà per il trattamento medico ed espone a ripetuti attacchi di diverticolite, tanto che circa il 30% dei pazienti sintomatici richiede un trattamento chirurgico. Una delle complicanze della diverticolosi è la fistolizzazione. Le fistole più frequenti sono le colovescicali e le colovaginali, nei confronti delle quali l'utero rappresenta un importante fattore protettivo. La gestione clinico-strumentale del paziente con fistola diverticolare è sovrapponibile a quella del paziente con episodio di diverticolite acuta. Deve essere condotta una rapida stadiazione della malattia (secondo Hinchey) e quindi devono essere adottati i provvedimenti propedeutici all'intervento chirurgico quali l'istituzione di una terapia parenterale totale, il drenaggio nasogastrico e l'antibioticoterapia ad ampio spettro.
Non è ancora chiaro quale sia il tipo di approccio chirurgico da adottare nel paziente con diverticolite complicata da una fistola, anche se attualmente la strategia in 3 tempi tende a essere abbandonata per l'elevata morbilità e mortalità. Ciò nonostante, è opinione diffusa che la strategia in 2 tempi (Hartmann) e quella in unico tempo vadano riservate rispettivamente ai pazienti in stadio III e IV di Hinchey e ai pazienti in I o II stadio con flogosi locale attenuata. L'approccio in un unico tempo appare sicuro ed efficace. Qui di seguito riferiamo l'esperienza di un singolo caso di fistola colovaginale in una paziente con diverticolosi, recentemente sottoposta a isterectomia, che, a differenza dei casi trattati in passato, è stato trattato in un unico tempo laparoscopico.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina