Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2004 June;59(3) > Minerva Chirurgica 2004 June;59(3):243-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2004 June;59(3):243-8

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Recidive neoplastiche in sede di trocar nella chirurgia oncologica laparoscopica

Ceccarelli G., Casciola L., Nati S., Bartoli A., Spaziani A., Stefanoni M., Conti D., Fettucciari V., Di Zitti L., Valeri R., D'Ajello M.


PDF  


Obiettivo. L'approccio laparoscopico della patologia neoplastica maligna si confronta con vecchie e nuove problematiche: il rispetto dei principi di radicalità, i tempi operatori, il decorso post operatorio e le complicanze chirurgiche, i risultati oncologici a distanza in termini di sopravvivenza e ripresa della malattia. Una delle problematiche a cui si è dato inizialmente maggiore risalto riguarda l'impianto neoplastico su cicatrice da trocar o su mini-laparotomia cosiddetta «di servizio». Sono stati descritti in letteratura impianti su trocar dopo trattamento laparoscopico di quasi tutte le patologie neoplastiche addominali (colo-rettali, ginecologiche, pancreatiche ecc.) e persino dopo toracoscopia. La reale frequenza è attualmente stimata attorno all'1% (0-2%) della chirurgia colica e al 14% (10-17%) dopo colecistectomia per cancro occulto.
Metodi. È stata effettuata una revisione retrospettiva della nostra esperienza laparoscopica; dal 1994 al 2002 sono state effettuate 213 resezioni coliche per neoplasia; abbiamo altresì riscontrato 18 cancri occulti della colecisti in 2386 colecistectomie laparoscopiche per litiasi.
Risultati. Sono stati osservati rispettivamente 2 casi (11%) di recidive neoplastiche in sede di trocar da neoplasia della colecisti e 2 casi (0,9%) da neoplasia del colon.
Conclusioni. La reale portata del problema sembra attualmente notevolmente ridimensionata rispetto alle preoccupazioni iniziali, soprattutto per la chirurgia colica. L'etiologia multifattoriale del problema giustifica l'importanza della prevenzione delle stesse, basata soprattutto sul rigoroso rispetto delle regole e dei protocolli di tecnica laparoscopica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail