Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2004 April;59(2) > Minerva Chirurgica 2004 April;59(2):165-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

REVIEW  NEOPLASIE DEL PANCREAS


Minerva Chirurgica 2004 April;59(2):165-74

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Laparoscopic surgery for pancreatic tumors, an uptake

Milone L., Turner P., Gagner M.


PDF  


La chirurgia per via laparoscopica non è riconosciuta da tutti come l'approccio migliore per la patologia tumorale del pancreas. Essa viene considerata una tecnica adatta a pochi casi selezionati, soprattutto a causa delle difficoltà tecniche che comporta: solamente chirurghi di grande esperienza sono in grado di eseguire questo tipo di intervento. Inoltre, i lunghi tempi di intervento e la mancata riduzione della degenza in ospedale inducono a un approccio mediante laparotomia, anziché quello per via laparoscopica.
Nel presente lavoro è stata posta particolare attenzione a 4 aspetti principali: l'intervento di pancreato-duodenectomia, la resezione e l'enucleazione del pancreas, la laparoscopia diagnostica per la stadiazione del carcinoma pancreatico e la terapia palliativa per via laparoscopica per il carcinoma pancreatico non asportabile. Questi ultimi 2 aspetti stanno assumendo un'importanza sempre più rilevante. È stata condotta una review della letteratura scientifica riguardante il trattamento per via laparoscopica della patologia tumorale pancreatica: a partire dal 1994 sono state descritte 14 pancreato-duodenectomie per via laparoscopica, 93 resezioni pancreatiche, 41 enucleazioni, 4 pancreatectomie sinistre e 2 enucleazioni con assistenza manuale.
La resezione distale del pancreas e l'enucleazione sembrano rappresentare l'opzione terapeutica migliore per le lesioni localizzate a livello del corpo e della coda della ghiandola; al contrario, la laparoscopia può non essere indicata per quelle localizzate a livello della testa della ghiandola. Attualmente l'approccio per via laparoscopica non presenta alcun vantaggio rispetto all'approccio mediante laparotomia, in termini di miglioramento postoperatoria e di durata dell'intervento. L'approccio manuale può essere utile in casi particolarmente difficili, al fine di facilitare l'intervento; esso consente una dissezione più agevole e più sicura, pur mantenendo un approccio mini-invasivo.
Inoltre, la laparoscopia sta diventando l'approccio migliore per la patologia neoplastica del pancreas e la sua terapia palliativa: molti chirurghi utilizzano la laparoscopia per ottenere il maggior numero possibile di informazioni con il minimo danno, in una situazione che appare già compromessa a causa di una patologia fortemente debilitante.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail