Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 December;58(6) > Minerva Chirurgica 2003 December;58(6):857-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

IL CONTROLLO DEL DOLORE POSTOPERATORIO  SOCIETÀ PIEMONTESE DI CHIRURGIA


Minerva Chirurgica 2003 December;58(6):857-60

lingua: Italiano

Controllo del dolore postoperatorio: la via peridurale

Gianferrari P., Voltolina M., Clara M. E., Marzullo A., Campra D.


PDF  


Obiettivo. L'analgesia epidurale fornisce un efficace controllo del dolore postoperatorio dopo chirurgia addominale maggiore, riducendo, particolarmente nei pazienti ad alto rischio, la risposta allo stress chirurgico, la morbilità postoperatoria cardiaca e polmonare, promuovendo la rapida ripresa della funzionalità intestinale e riducendo l'incidenza degli episodi tromboembolici.
Scopo di questo lavoro è di valutare il controllo del dolore, gli effetti collaterali del trattamento e il recupero della funzionalità gastrointestinale durante analgesia epidurale toracica.
Metodi. Nel periodo compreso tra gennaio 1999 e settembre 2001 sono stati trattati con analgesia epidurale toracica 590 pazienti sottoposti a chirurgia addominale maggiore. A tutti i pazienti è stato posizionato il catetere epidurale nello spazio compreso tra T8-T9 (chirurgia addome superiore) e T8-T11 (chirurgia addome inferiore) ed è stato somministrato un bolo di 7-12 ml di ropivacaina 0,5% associata a sufentanil 30 mg o morfina 2 mg. Dopo l'induzione dell'anestesia generale, si è iniziata l'infusione continua di 5-10 ml/h di ropivacaina 0,5%. Per l'analgesia postoperatoria è stata utilizzata l'associazione ropivacaina 0,2% e sufentanil 0,5 mg/ml o ropivacaina 0,2% e morfina 0,02 mg/ml. Sono stati monitorizzati per 4 giorni i dati relativi alla qualità dell'analgesia, gli effetti collaterali e il recupero della funzionalità gastrointestinale.
Risultati. Tutti i nostri pazienti hanno presentato VAS a riposo <4 e VAS al movimento <5; la richiesta di farmaci aggiuntivi si è verificata nel 20% dei casi, la nausea nel 6%, il prurito nel 5%; tutti i pazienti hanno presentato una normale ripresa della funzionalità gastrointestinale.
Conclusioni. L'analgesia epidurale toracica fornendo un adeguato controllo del dolore, con scarsi effetti collaterali, si è dimostrata un elemento importante nel migliorare l'outcome dei pazienti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail