Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 August;58(4) > Minerva Chirurgica 2003 August;58(4):591-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2003 August;58(4):591-4

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Complicanze da suture meccaniche in chirurgia laparoscopica: occlusione intestinale da clip. Segnalazione di un caso clinico e revisione della letteratura

Petrocelli P., Corsale I., Giannessi S., Cerone M., Colugnat D., Matocci G. C.


PDF  


L'occlusione intestinale complica raramente il decorso postoperatorio di pazienti operati con accesso laparoscopico. La causa più frequente è l'incarceramento di un'ansa in un orificio di accesso dei trocars. Gli Autori riportano il caso di una giovane donna, sottoposta ad appendicectomia laparoscopica, in cui l'occlusione intestinale era determinata dall'ancoraggio di una clip della sutura meccanica alla base dell'appendice con il mesentere intestinale. Questa complicanza si può verificare per agraphes non completamente chiuse, sia lasciate libere nel peritoneo che poste all'estremità di suture meccaniche le quali, ancorandosi a strutture fisse, creano un cingolo incarcerante. Tale complicanza è possibile nell'1,8% degli interventi. Può essere risolta con la semplice lisi laparoscopica, soprattutto se la diagnosi è precoce ed il reintervento rapido. A termine di ogni intervento laparoscopico è opportuno controllare il campo operatorio e rimuovere tutte le agraphes lasciate libere nel peritoneo e serrare o asportare quelle non completamente chiuse agli estremi delle suture.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail