Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 August;58(4) > Minerva Chirurgica 2003 August;58(4):523-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2003 August;58(4):523-32

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Carcinoidi del tratto gastroenterico: prognosi e sopravvivenza

Caprotti R., Angelini C., Mussi C., Romano F., Sartori P., Scaini A., Muselli P., Uggeri F.


PDF  


Obiettivo. I carcinoidi del tratto gastroenterico sono tumori rari e poco si conosce dei fattori correlati alla prognosi in pazienti affetti da tale patologia. Lo scopo di questo studio è di determinare l'impatto delle variabili di presentazione clinica sul trattamento e sulla sopravvivenza di questi pazienti.
Metodi. Abbiamo valutato 31 pazienti affetti da carcinoide del tratto gastroenterico sottoposti a intervento chirurgico presso la Clinica Chirurgica I dell'Università di Milano-Bicocca, in un lasso di tempo di 15 anni (1985-1999). La distribuzione del tumore, la produzione ormonale, i fattori prognostici e i tassi di sopravvivenza sono stati analizzati.
Risultati. La sindrome da carcinoide è risultata essere l'unico segno clinico diagnostico per carcinoide. I sintomi più frequentemente riscontrati sono stati dolore addominale (64%), nausea e vomito (48%). Livelli elevati di acido 5-idrossindolacetico urinario sono risultati significativamente correlati con la presenza di sindrome da carcinoide e con la metastatizzazione della malattia. Le dimensioni del tumore, la profondità di invasione e il sesso sono risultati significativamente predittivi di presenza di metastasi. L'età, il sesso, le dimensioni del tumore, la metastatizzazione e la sede del tumore sono risultati fattori prognostici negativi per la sopravvivenza.
Conclusioni. La presentazione clinica non è risultata specifica eccetto per quei pazienti affetti da sindrome da carcinoide. La sopravvivenza a 10 anni è risultata del 43% con una presenza di metastatizzazione nel 52% dei pazienti. L'estensione del trattamento chirurgico dovrebbe essere modulato sulla base della presenza di fattori di rischio. Fattori prognostici negativi sono risultati essere l'età, il sesso maschile, la presenza di metastasi, la profondità di invasione e la sede del tumore.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail