Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 Agosto;58(4) > Minerva Chirurgica 2003 Agosto;58(4):515-22

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4733

Online ISSN 1827-1626

 

Minerva Chirurgica 2003 Agosto;58(4):515-22

 ARTICOLI ORIGINALI

Il trattamento chirurgico del cancro colorettale nel paziente ultraottantenne. Risultati a breve termine e a distanza

Capra F., Scintu F., Zorcolo L., Casula G.

Obiettivo. Questo lavoro si propone di valutare i risultati della chirurgia in elezione del cancro colo-rettale nel paziente ultraottantenne.
Metodi. Lo studio è stato condotto su 746 pazienti operati in elezione per cancro colo-rettale. Abbiamo suddiviso i pazienti in 4 gruppi in base all'età dei pazienti: gruppo A=>=80; gruppo B=70-79; gruppo C= 60-69; gruppo D=<=60.
Risultati. Tra i pazienti più anziani è stata più elevata la percentuale di tumori localizzati al colon destro (A: 26,3%; B: 13,9%; C: 16,6%; D: 20,6%) e in stadio D secondo Dukes (A: 34,4%; B: 28,3%; C: 21,4%; D: 26%) giustificando la maggior proporzione di interventi palliativi in questo gruppo (A: 34,7%; B: 28,2%; C: 28,6%; D: 25,7%). La morbilità è stata sovrapponibile nei diversi gruppi (A: 12,6%; B: 9,2%; C: 5,1%; D: 6,4%) così come la degenza media (A: 18,9±16,2 giorni; B: 17,2±15,8; C: 15,2±8,6; D: 16,8±21,8) e la mortalità postoperatoria (A: 3,1%; B: 2,3%; C-D: 0,4%). Le curve della sopravvivenza attuariale dimostrano valori significativamente inferiori tra i pazienti del gruppo A rispetto a tutti gli altri gruppi.
Conclusioni. L'età di per sé non è un fattore prognostico negativo e di conseguenza non costituisce una controindicazione al trattamento chirurgico. Ciò è confermato dai risultati a distanza, che negli anziani sono sovrapponibili a quelli dei pazienti più giovani. Peraltro, quanto più avanzata è l'età del paziente tanto peggiore è la risposta alle complicazioni postoperatorie; ciò richiede una valutazione accurata dei singoli casi considerando parametri quali stadio clinico della malattia, possibilità di cura e palliazione, aspettativa e qualità di vita.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina