Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 Agosto;58(4) > Minerva Chirurgica 2003 Agosto;58(4):509-14

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2003 Agosto;58(4):509-14

lingua: Italiano

Resezione del sigma per via laparoscopica

Corcione F., Cusano T., Pirozzi F., Cuccurullo D., Caiazzo P., Pisaniello D., Vittoria I.


PDF  


Obiettivo. La possibilità di trattare lesioni del colon per via laparoscopica risale agli inizi degli anni 90. Nonostante la notevole diffusione delle tecniche, negli ultimi 10 anni, ancora oggi rimangono aperte alcune problematiche relative soprattutto all'approccio laparoscopico delle lesioni maligne del colon: aumenta il rischio di diffusione metastatica? Quali sono i reali vantaggi per il paziente? Aumentano i costi e sono paragonabili i benefici? Gli autori presentano la loro esperienza sulla resezione del sigma per via laparoscopica.
Metodi. Da settembre '98 ad agosto 2002, nell'ambito della UOC di Chirurgia Generale e del Centro di Chirurgia Laparoscopica dell'Ospedale Monaldi di Napoli sono stati eseguiti 193 interventi laparoscopici sul colon retto, di cui 101 eseguiti per resezione del sigma per patologie benigne e maligne. I pazienti erano 54 maschi e 47 femmine, di età compresa tra i 34 e 86 anni. I tempi operatori medi sono stati di 130 minuti con un range di 80-210.
Risultati. I tempi medi di degenza postoperatoria sono stati di 10,2 giorni (range 6-25). Si sono avute 3 conversioni nei primi 30 casi; la canalizzazione è avvenuta nelle prime 24-48 ore e la ripresa dell'alimentazione dopo 3 giorni.
Discussione. Il follow-up postoperatorio è stato condotto in tutti i pazienti a 3-6 mesi. È stato possibile a 2 anni su 60 pazienti e a 3 anni su 35 pazienti. Esso ha evidenziato la presenza di 2 laparoceli in corrispondenza dell'incisione sovra-pubica, 1 metastasi su trocar, 2 recidive locali, 1 metastasi parietale su incisione di servizio.
Conclusioni. La resezione laparoscopica del colon, sia per cancro che per patologia benigna, può, quindi, essere eseguita con una morbilità e mortalità accettabili.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail