Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 August;58(4) > Minerva Chirurgica 2003 August;58(4):439-46

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2003 August;58(4):439-46

lingua: Inglese

Laparoscopic colorectal resection with curative intent. Own results and review of the literature

Scheidbach H., Lippert H., Köckerling F.


PDF  


La chirurgia laparoscopica rappresenta senza dubbio una delle più importanti innovazioni nel campo della chirurgia nel corso degli ultimi 15 anni. A partire dal 1991, anno in cui venne eseguito il 1° intervento chirurgico di resezione colorettale per via laparoscopica, questa metodica è andata incontro a una diffusione inarrestabile. Ciononostante, la chirurgia per via laparoscopica nel campo dell'oncologia costituisce ancora un oggetto di controversia. Sulla base dei dati attualmente a nostra disposizione, questo studio prende in considerazione i vantaggi e gli svantaggi offerti dalla chirurgia laparoscopica con finalità curative - ponendo particolare attenzione alla risoluzione definitiva della patologia neoplastica e alla prognosi a lungo termine - e li pone a confronto con i risultati della nostra casistica personale.
In linea di principio, i criteri di estensione della resezione, di compliance con i margini di clearance, di linfoadenectomia radicale e di precauzione nei confronti della disseminazione intra-addominale (per esempio, avendo cura di evitare la touch technique) dovrebbero essere applicati in uguale misura anche alla tecnica laparoscopica. Al momento attuale sembra che la tecnica laparoscopica non mostri alcuna restrizione rispetto alla chirurgia a cielo scoperto, nei confronti di tutti i parametri oncologici. Inoltre, i risultati a lungo termine attualmente a disposizione non forniscono nessuna prova in favore dell'inferiorità della chirurgia colorettale per via laparoscopica.
Tuttavia, ancora oggi si raccomanda di eseguire gli interventi con finalità curative nei casi di carcinoma colorettale solamente in studi controllati. Una valutazione definitiva non sarà possibile fino a che non saranno disponibili i risultati degli studi multicentrici randomizzati di tipo prospettico, attualmente in corso di svolgimento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail