Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 April;58(2) > Minerva Chirurgica 2003 April;58(2):261-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2003 April;58(2):261-8

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Cisti ovarica gigante. Presentazione di un caso del peso di 23 kg e revisione della letteratura

Farinetti A., Buttazzi A., Tazzioli G., Saviano L., Saviano M.


PDF  


Le cisti ovariche rappresentano una delle affezioni più comuni nel sesso femminile. Accanto a cisti non neoplastiche funzionali (follicolari o luetali) di dimensioni relativamente modeste, sono da ricordare le forme tumorali nella maggior parte benigne ed ascrivibili a tumori sierosi, di dimensioni di 10-15 cm o anche maggiori. In relazione all'educazione sanitaria ed alle correnti pratiche di periodici controlli clinici e diagnostici, tali neoformazioni vengono diagnosticate in fase relativamente precoce prima che raggiungano dimensioni cospicue, anche se spesso a lungo clinicamente paucisintomatiche. Ci sembra pertanto interessante riportare il caso di una cisti ovarica ovalare del diametro di 35x45x50 cm e del peso di 23 kg in una donna di 29 anni, occorso recentemente alla nostra osservazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail